Parma: “Quadrilegio Now 2019”. Aspettando il 2020.

Giovanna Scapinelli

5 spazi, 25 artisti, cinema d’autore, eccellenze enogastronomiche del territorio, spettacoli di danza e molto altro per raccontare uno spicchio di Parma verso il 2020.
La rassegna Quadrilegio è inserita nel programma ufficiale del Comune di Parma per le celebrazioni della Capitale Italiana della Cultura 2020 e vincitrice del bando ‘Reti d’arte’della Fondazione Cariparma.

Nikita Zigura

Quadrilegio NOW.2019, rassegna d’arte cittadina che per l’ottavo anno consecutivo propone al pubblico parmigiano un percorso di opere contemporanee in 4 antichi spazi privati aperti per l’occasione +1, quest’anno inaugura il 31 Maggio 2019 alle 19.30.

Roberta Busato

Circa 350 artisti in mostra e 10.000 visitatori nel corso delle edizioni precedenti fanno di Quadrilegio un appuntamento ormai consueto e irrinunciabile nel panorama delle proposte artistiche di nuovi linguaggi in città e in particolare in un quartiere del centro storico di Parma dove antichi palazzi nobiliari aprono le porte dei loro spazi privati per dialogare con l’arte contemporanea nel pieno rispetto dei luoghi e dei tempi.

Patrizia Caravaggio -Galleria Alphacentauri di Marina Burani

E all’insegna del rispetto delle storie passate e future, l’edizione di quest’anno di Quadrilegio si ispira al tema dei linguaggi di comunicazione dell’ambiente e delle sostenibilità con un focus sul cambiamento del pianeta e sul ruolo dell’uomo che lo abita raccontato dalla sensibilità visionaria di artisti che traducono l’emergenza in un’opportunità di linguaggio globale.

Alex Pinna

NOW, un flash di idee e di progetti artistici sul contemporaneo per affrontare il tema dello sviluppo urbano e della sua evoluzione nel corso dei secoli che sarà elaborato e raccontato nell’ottava edizione del 2020, anno in cui Parma rappresenterà la Cultura Italiana con una serie di manifestazioni istituzionali programmate e che vedrà la rassegna Quadrilegio 2020 protagonista con un intero anno di proposte risultate vincenti al bando comunale per la selezione del calendario ufficiale Parma2020.

Per questa edizione le 4 sedi storiche si arricchiscono di uno spazio nuovo sede dello studio di un’artista parmigiana, Giovanna Scapinelli.

Erresullaluna+ChuliPaquin Spazio Manfredi

Nello Spazio Manfredi di borgo Riccio da Parma 19, arricchito dallo splendido giardino interno, sono previsti ‘interventi’ artistici di 9 artisti contemporanei, Nicola Evangelisti, Greta Cominotti, Alex Pinna, Erresullaluna e Chuly Paquin, Filippo Negroni, Lucia Conversi, Lufer, C999, che ‘contamineranno’ con linguaggi espressivi differenti gli ambienti dello storico palazzo con esposizioni di opere nell’ingresso, nel cavedio, in giardino, nel cortile interno e nei due negozi che si affacciano sulla via.

Toni Alfano-Spazio BLL di Giulio Belletti

Nel corso della rassegna sono previsti anche due appuntamenti con il ‘Cinemino di borgo Riccio’ curati da Marco Mazzieri che avranno luogo il 7 e il 14 giugno nel cortile di Palazzo Manfredi e il ‘Ristocinema’in cui contemporaneamente alla visione sarà servita una cena gourmet proposta da Bottega di Parma. Inoltre,  venerdì 21 giugno andrà in scena una performance di danza a cura di Lucia e Francesco Frola.

Davide Dall’ Osso

Nella bella cornice dell’antistante piazzale Borri, nello spazio ricavato da un’antica chiesa sconsacrata e nel cortile interno, la BLL di Giulio Belletti ospiterà le opere di 6 artisti: Davide Dall’Osso, Toni Alfano, Raffaele Penna, Giovanni Melegari, Fabi Bandini e Umberto Squarcia jr,

Giuseppe Biagi-Maura Ferrari Interior Designer

Saranno due gli artisti ospiti dell’Interiore Desidign di  Maura Ferrari al piano terra dello straordinario Palazzo Pallavicino: Roberta Busato e Giuseppe Biagi,

Alla Galleria  Alphacentauri di Marina Burani da un paio d’anni trasferitasi a Palazzo Mambriani in Borgo Felino 46, saranno presenti gli artisti Egor Zigura, Nikita Zigura, Patrizia Caravaggio, Marina Burani e Andrea Vettori,

Nello studio Giovanna Scapinelli di Borgo Felino 31 l’artista espone sue le sue opere.

Fonte: Sonia Press