Palermo: “Lotta al Terrore”, dramma e comicità, imprevisti e attualità, di scena al Teatro Libero

La storia di un attacco terroristico è drammatica e comica al tempo stesso in “Lotta al terrore” di Lucia Franchi e Luca Ricci (per la regia di Luca Ricci), lo spettacolo è una produzione Compagnia Capotrave /infinito SRL, che vede in scena Simone Faloppa, Gabriele Paolocà e Gioia Salvatori, al Teatro Libero di Palermo giovedì 3 maggio alle 21.15 e in replica venerdì 4.

Un attacco terroristico interrompe la quotidianità in un supermercato e la vita in un ufficio comunale: all’improvviso ecco che giunge la terribile notizia. Lo spettacolo è un’ora concitata, una totale unità di tempo e spazio, in cui un impiegato, il segretario comunale e il vicesindaco elaborano numerose e a tratti improbabili strategie per rendersi utili.

Tra imprevisti, assurde richieste e tensioni, la scrittura drammaturgica fa luce sull’inadeguatezza con la quale i tre protagonisti reagiscono alla situazione e indaga sulle paure umanissime che si celano sotto la nostra attuale e apparente tranquillità, pronte a emergere ogni volta che la minaccia diventa concreta. Lotta al terrore è uno spettacolo che parla di paura, di tolleranza e di intolleranza, di questo odierno tempo nervoso, dove la nostra identità individuale e sociale è messa in crisi da radicalismi contrapposti.

Lucia Franchi e Luca Ricci mantengono il loro spettacolo in periglioso equilibrio fra naturalismo e grottesco, ben consapevoli dell’infiammabilità del tema: “Di scottante attualità, ma accessibile se si sceglie un approccio grottesco, quale quello che gli autori adottano”. (Laura Bevione, Hystrio, ottobre 2017)

Fonte: Ufficio Stampa Eugenia Nicolosi