Palermo: “(Una) Regina” al Teatro Libero

Domenica 24 marzo alle ore 17.00, per il cartellone Isola di teatro, debutterà al Teatro Libero lo spettacolo (Una) Regina finalista del Premio Scenario Infanzia 2017, una creazione di Stefania Ventura, in scena con Gisella Vitrano. Una produzione Teatro Evento di Vignola / associazione Quintoequilibrio di Torino. 

La storia incomincia in un giorno di pioggia; quando piove non si può uscire, meglio restare in casa, la parata della banda è annullata e così due sorelle, con gli strumenti luccicanti ancora in mano, guardano fuori dalla finestra. Una è tristissima, l’altra assorta. Per combattere la noia s’inventeranno una fiaba che le trasporterà indietro nel tempo, quando c’erano vecchie governanti stanche di regnare e fanciulle ubbidienti, il cui destino era scritto nel nome con cui nascevano.

«Abbiamo scelto – affermano Stefania Ventura e Gisella Vitrano – di elaborare alcune domande legate al tema della libertà e del coraggio, sintetizzandole attraverso la creazione di una fiaba affinché possano essere assorbite in modo semplice e immediato dall’inconscio infantile che, sin dalla più giovane età, ascoltando e viaggiando attraverso le storie fantastiche, si prepara a crescere, a codificare i simboli e ad elaborare le proprie soluzioni».

“Cosa vuoi fare da grande?” La domanda, che seppur può sembrare inutile per una giovane principessa chiamata Regina, è il motore dell’indagine drammaturgica di Vitrano e Ventura, che si sono chieste: “se invece la nostra Regina coltivasse in segreto un desiderio diverso, lontano dal futuro che si prospetta per lei? Quanto coraggio ci vuole per ribellarsi a un destino che ci sta stretto per dare ascolto al nostro talento più profondo? E cosa succederebbe se, per amore di chi ha scelto per noi, non riuscissimo a dire di no?”

Tra litigi, risate e danze sfrenate, le due sorelle metteranno alla prova la potenza della loro libertà…

Fonte: Ufficio Stampa Teatro libero – Palermo

3 comments

  1. Pingback: This Site
  2. Pingback: will disputes

Comments are closed.