Milano: Eventi per bambini. I valori dell’amicizia e della condivisione nello spettacolo “Una storia sottosopra” allo Spazio Teatro 89

La poesia, la magia, la fantasmagoria e lo stupore sono gli ingredienti principali di “Una storia sottosopra”, il nuovo appuntamento della rassegna teatrale per l’infanzia “Teatro Piccolissimo… e non solo” organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano. Prodotto e rappresentato dalla compagnia La Baracca Testoni Ragazzi e consigliato ai bambini di età compresa fra i due e i sei anni, lo spettacolo è in programma domenica 24 marzo (ore 11; ingresso 8 euro) nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89.

Due personaggi abitano su piani diversi, si muovono su lati opposti e osservano le cose da due diversi punti di vista. Ognuno vive la propria vita abitudinaria con le proprie certezze, le proprie paure, con il timore e la curiosità di incontrare altri individui. L’unico elemento in comune tra i due è un piccolo gatto rosso che abita entrambi i piani. Sarà la fuga del loro amico a quattro zampe a farli finalmente conoscere e dare vita a un inseguimento che diventerà presto un viaggio pieno di scoperte e stupori.

Piano piano, la ricerca del gatto unirà i due protagonisti, fino quasi a dimenticare la ragione del loro incontro. Così, forse per caso o forse no, gli spazi si capovolgeranno e i punti di vista si incroceranno in una dimensione nuova, rovesciata, condivisa.“Una storia sottosopra” ha riscosso il plauso unanime della critica, che ne ha lodato la messinscena semplice e, al tempo stesso, poetica e l’interpretazione degli attori. Rappresentato in tutto il mondo (dalla Cina alla Corea del Sud, dalla Russia alla Finlandia, dall’Irlanda a Singapore), lo spettacolo ha vinto, nel 2017, il Grand Prix e il riconoscimento “25 Golden Stars” assegnati dalla giuria dei bambini nel corso delSummer Puppet Pier Festival di Maribor, in Slovenia; nello stesso anno, inoltre, si è aggiudicato il Premio della Giuria del festival “100, 1.000, 1.000.000 Stories” di Bucarest, in Romania per “la capacità di esprimere emozioni forti con mezzi semplici”.

Fonte: Ufficio Stampa Spazio Teatro 89 – Milano