Educare il cane: dovere e opportunità

Nelle nostre famiglie ormai viene accolto un numero sempre maggiore di cani che, oltre ad essere i migliori amici dell’uomo, sono anche un insieme di obblighi che il proprietario deve assumersi. Uno tra questi è una corretta gestione dell’animale.
Quindi, adottare un cane, che sia cucciolo o adulto, vuol dire anche insegnargli come comportarsi nella totalità delle situazioni , in diversi ambienti, con altri animali e con le persone.
Educare il cane significa stabilire una corretta comunicazione tra cane e proprietario.
E’ un impegno quotidiano in continua evoluzione, che si protrae per tutta la vita dei nostri amici a quattro zampe perché le situazioni più comuni come il momento del gioco, del pasto, delle passeggiate, delle coccole e dell’uscita e del rientro a casa del proprietario, sono occasioni ideali durante le quali si può e si deve lavorare per insegnare le regole di condotta e fornire indicazioni di comportamento che aiuteranno il cane a vivere meglio e trovare la giusta collocazione nel nucleo familiare.
E’ molto importante che l’animale venga premiato nei comportamenti corretti e ignorato in quelli scorretti; questo non significa privare il cane dell’amore di cui ha bisogno, ma insegnargli a vivere serenamente e affrontare i problemi con lucidità, al contrario di un cane che ottiene sempre ciò che vuole e che con il passare del tempo diventa ansioso, frustato, confuso ed emotivamente dipendente dal proprietario.

I cani imparano velocemente, a qualsiasi età sono come spugne e ogni volta che gli insegniamo qualcosa le loro abilità cognitive si affinano.
Educare un cucciolo o un cane adulto da soli non è sempre facile e, per questo, esistono figure professionali specializzate ad affrontare questo compito.
Dobbiamo abituare gradualmente il cane a strumenti che facilitano la sua gestione nella vita quotidiana come i guinzagli, collari, pettorine e museruole. Tutti questi accessori devono essere adatti al tipo di cane per taglia, comportamento e conformazione.

L'educazione del cane all'aria aperta deve essere preceduta da ripetuti esercizi in luogo privo di distrazioni per l'animale
L’educazione del cane all’aria aperta deve essere preceduta da ripetuti esercizi in luogo privo di distrazioni per l’animale

Possono rilevarsi molto utili nella vita quotidiana anche le indicazioni di comportamento come il “seduto”, “terra”, “fermo”, “lascia”, “resta”. Il modo più facile per far comprendere al cane queste indicazioni è farlo esercitare con brevi e ripetute sessioni durante il giorno in un luogo poco stimolato come per esempio in casa per evitare che si distragga. Quando il cane avrà imparato, riproporremo gli stessi esercizi in contesti diversi come il parco, introducendogliene degli altri.
Intraprendere un percorso di educazione ben strutturato è molto importante sia per il cane che per il proprietario, che acquisirà strumenti e competenze necessarie per vivere al meglio il rapporto con il proprio amico a quattro zampe.