Roma: I Motus con gli attori de La MaMa di New York presentano “PANORAMA”. Un’indagine sull’identità nomade e migrante

Dal 31 ottobre al 3 novembre i Motus presentano al Teatro Vascello per il Romaeuropa Festival PANORAMA, la loro ultima produzione. Il giorno prima, il 30 ottobre, la compagnia fondata da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò porterà lo spettacolo a Rai Radio 3 in diretta dalla Sala A di Via Asiago per l’inaugurazione dell’VIII edizione di  TUTTO ESAURITO! realizzata in collaborazione con il Romaeuropa Festival. A partire dalle ore 21 spettacolo conferenza con Motus e Vico Quarto Mazzini.

Motus@Theo Cote

PANORAMA è un’indagine sull’identità fluida, nomade, migrante, sull’appartenenza dell’uomo ‘alla molteplicità’ e allo stesso tempo una ricerca sul concetto d’identità post-nazionalista. Il termine Panorama deriva dal greco e indica una tendenza alla conoscenza, al moto, all’essere in viaggio. Nato in stretta collaborazione con la Great Jones Repertory Company de La MaMa, il mitico teatro dell’East Village newyorkese fondato da Ellen Stewart  e formato dalla comunità interetnica di attori migranti della compagnia, lo spettacolo parte dalle storie dei singoli membri per riflettere grandi ferite e contraddizioni della società americana e di tutti i paesi a capitalismo avanzato, e costruire una biografia collettiva in grado di riflettere sul desiderio umano di spostarsi nel mondo.

Il termine ‘migrante’ è oggi al centro di dispute diffamatorie a opera di forze politiche xenofobe, – che tentano di ridurre l’umano desiderio di intraprendere nuove avventure esistenziali e il diritto di ognuno allo spostamento, a questioni puramente economiche e di difesa del proprio squallido orticello. – affermano i Motus – Dall’altra parte Panorama mira a superare le distinzioni fra le varie forme di ‘migrazione’: tra rifugiati politici ed economici. Il movimento deve essere possibile per tutti, sia come fuga da situazioni politiche o climatiche tragiche, sia come puro desiderio di scoprire un altrove”.

Con il supporto del drammaturgo Erik Ehn – e un elaborato dispositivo visuale sviluppato al Seoul Institute of the Arts – Motus delinea nuovi percorsi esistenziali, dove il nomadismo diventa una proprietà intrinseca dell’esistere (e dell’essere artista), mettendo a dura prova ogni tentativo di fissare irrevocabilmente persone, nazionalità, etnie, professioni in categorie gerarchiche e immutabili.

Motus@Joung Sun

“Il video come strumento scenico e il linguaggio cinematografico adottato nella composizione drammaturgica sono la nostra cifra stilistica – Proseguono – in PANORAMA il video è stato utilizzato come dispositivo per le interviste agli attori, che assumevano la forma di un vero e proprio provino. Le strutture tecniche e i collaboratori ci hanno permesso di trovare una soluzione per mescolare il materiale delle interviste con i linguaggi del comics o del collage d’immagini e oggetti. Ampi spazi, numerose sale teatrali, equipaggiate dei più raffinati sistemi video e informatici: un paradiso!”. Da Seoul a la Repubblica Domenicana, dalla Cina al Vietnam passando per la Turchia, PANORAMA è una caleidoscopica performance sull’umano diritto all’essere in movimento, sul nomadismo culturale, sulle espressioni artistiche da esso generate: “Lo spettacolo è stato un’esperienza umana molto importante, improntata al dialogo. Nelle storie di vita di questi attori migranti si ha uno spaccato di storia mondiale. I vissuti sono diversissimi tra loro. Alcuni sono nati negli USA da genitori emigrati dalla Cina per motivi economici, altri dal Vietnam e dalla Corea a causa della guerra. Al di là della situazione statunitense con il nefasto Trump, ogni storia è un esempio delle contraddizioni che stiamo affrontando anche in Europa. La questione è sempre e solo una: la percezione della diversità come risorsa, ricchezza e non come attentato al proprio stato di benessere e alla propria identità culturale. Ellen è un simbolo importante d’integrazione, da afroamericana a Manhattan è riuscita a realizzare il suo teatro senza confini e a spostarsi in tutto il mondo”.

Foto in evidenza: Motus@Joung Sun

Fonte: GDG press