Roma: Romaeuropa Festival presenta “Ref Kids + Family”, spettacoli – incontri – giochi

Teatro Delle Briciole

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno con più di 10.000 presenze, torna REF Kids + Family, la sezione del Romaeuropa Festival curata da Stefania Lo Giudice interamente dedicata ai bambini e alle loro famiglie.
Un vero e proprio festival nel festival che, tra il 9 e il 25 Novembre, trasforma il Mattatoio di Testaccio in uno spazio per il giovanissimo pubblico attraverso spettacoli, installazioni playground, laboratori, talk a ingresso gratuito e un’area food. Una scommessa con la quale Romaeuropa intende presentare al giovane pubblico i linguaggi contemporanei che hanno da sempre caratterizzato la sua storia: teatro, performance, danza, arti visive, musica, nuovo circo e video si mescolano in una programmazione destinata a spettatori dai 18 mesi in su.

Dynamis: Y – la variabile del calcio

Dopo Bing Bang Live, il talk quotidiano condotto da Armando Traverso e i pupazzi Lallo, Lella e Dj che trasmette dal 10 novembre dal vivo negli spazi del mercato tra musica e giochi pensati per il piccolo pubblico, e le maxi sculture in movimento de La Parade Moderne di Clédat & Petitpierre che si sono snodate attraverso il mercato accompagnate dalle note della Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, una vera e propria partita per tre squadre, Y – La variabile del calcio di Dynamis, commentata da Bruno Pizzul e volta a ricostruire e stimolare lo spirito collaborativo tra alleanze temporanee e strategiche,

Clédat & Petitpierre – Ermitologie – Nanterre-Amandiers

il duo francese Clèdat & Petitpierre ha portato la sua visionarietà in scena con I sogni di Antonio, (10-11 novembre) adattamento per il più giovane pubblico dello spettacolo Ermitologie ospitato dal REf18. Personaggi fantastici che ricordano le più famose opere d’arte interagiscono tra loro in uno spettacolo capace di muoversi tra teatro, scultura, pittura, puppet show e momenti ludici.
È un mondo musicale, invece, quello del francese Jacques Tellitocci: C’est parti monkiki, (9-11 novembre) che ha visto un vibrafono occupare il centro del palcoscenico mentre un divertente personaggio segue i suoi ricordi d’infanzia e invita a entrare in quella che un tempo fu la sua tana, uno spazio di giocattoli sonori e di peluche tra cui il cane Kiki.

Ondadurto. Teatro MERAVIGLIA (foto by Serena Cremaschi)

Meraviglia! (9-11 novembre) è il titolo della nuova creazione di Ondadurto teatro, uno spettacolo di nuovo circo che invita bambini e adulti a riflettere su un sentimento troppo spesso sottovalutato: la predisposizione dell’anima a lasciarsi sorprendere da tutto ciò che non conosce.
Alla fascia più bassa di età (dai 13 mesi ai 3 anni) sono dedicati gli spettacoli di Theâtre Des Tarabates e OFFICINE K.

Theatre Des Tarabates: La brouille

Se con La Brouille ( 16-18 novembre) la compagnia francese  reinventa il teatro di burattini rendendo protagoniste di una storia semplice quanto poetica e simbolica le semplici mani nude – strumento d’odio e d’amore – il collettivo italiano con Splash! (23-25 novembre) ospita il giovane pubblico su un tappeto bianco, sul quale lascia emergere straordinarie immagini ispirate ai grandi maestri della pittura astratta come Mirò e Kandiskij.
Per un pubblico dai 2 ai 4 anni è pensato Glimpse di Oorkaan, (14-15 novembre) un’organizzazione fondata in Olanda nel 2000 e da sempre impegnata nella creazione di concerti di alta qualità per  giovani spettatori. Come possono suonare i colori? E in che lingua parlano il sole e la luna? Glimpse vuole trasportare il pubblico in un mondo fatto di sogni in cui i musicisti, le immagini, le tecnologie e gli spettatori si uniscono in una speciale amicizia per esplorare il mondo del suono.

Unterwasser (ph Jacopo Niccoli)

La stessa visionarietà che ha animato il duo francese Clèdat & Petitpierre ne La Parade Moderne sembra caratterizzare i personaggi di Out (23-25 novembre), spettacolo della compagnia italiana Unterwasser: figure animate, anch’esse ispirate da alcuni dei grandi protagonisti dell’arte contemporanea (come Folon, Steinberg, Calder e Mondrian) abitano la scena per narrare una poetica fiaba moderna. Secondo capitolo della trilogia Storia Sulle Spalle – creata da Emanuela Dall’aglio e Mirto Baliani come percorso di ricerca intorno alle fiabe classiche – è Gretel e Hänsel del Teatro delle Briciole (17-18 novembre). La stessa Dall’aglio in scena indossa un costume capace di fungere contemporaneamente da scenografia e da spazio d’azione, per affrontare la celebre fiaba ponendo particolare attenzione alle paure ancestrali che ci accompagnano sin dall’infanzia. Rimane in ambito musicale la sorprendente scommessa dei due spettacoli presentati il 24 e 25 novembre da Letizia Renzini. Se con la Zonzo Compagnie la compositrice e musicista italiana coinvolge i bambini in uno spettacolo dedicato all’ascolto di Luciano Berio, compositore d’avanguardia considerato il pioniere della musica elettronica, con gli Usine à Neige si concentra sulle musiche e le vicende legate al compositore ungherese Gyorgy Ligeti. Come far appassionare il giovane pubblico all’ascolto della musica contemporanea?
Chiusura ideale di questo percorso è Le avventure di Pinocchio, spettacolo di teatro musicale firmato da Lucia Ronchetti insieme ai solisti dell’Ensemble Intercontemporain nato da una corealizzazione tra Romaeuropa Festival, il Teatro dell’Opera di Roma e Museo Nazionale Romano – terme di Diocleziano. L’Aula Ottagona (ex planetario) sarà cornice dal 22 al 24 novembre di uno spettacolo per grandi e bambini in cui cinque strumentisti incarnano i diversi personaggi della celebre fiaba permettendo ai bambini di avvicinarsi ai personaggi e interagire spontaneamente con i musicisti.

Tellitocci

Gli spettacoli di Clèdat & Petitpierre, Jacques Tellitocci, Theâtre Des Tarabates, Letizia Ronchetti e Ensemble Intercontemporain fanno parte della programmazione di Génération Belle Saison, sezione speciale de La Francia in scena, stagione artistica dell’Institut Français Italia, nata su iniziativa del Ministero della Cultura francese e dedicata al pubblico più giovane per offrire progetti artistici di qualità a bambini e adolescenti. Oltre a Romaeuropa festival alcuni spettacoli sono approdati al Segni New Generations Festival Di Mantova e ai cantieri Koreja di Lecce.
Ma REFkids + Family non è solo spettacolo. Dal 9 al 25 Novembre ogni venerdì (dalle 15 alle 20) e tutti i sabati e le domeniche (dalle 10 alle 20) nella Galleria delle Vasche del Mattatoio installazioni, playground e laboratori. Qui il giovane pubblico è invitato ad avvicinarsi all’arte manipolando e ricostruendo bizzarri e poetici oggetti proposti da I colori dell’ombra di Unterwasser e da El Gargot d’Imaginaciò dei catalani Guixot de 8. Big Up è una vera e propria scuola di circo, uno spazio laboratoriale in cui mettersi alla prova insieme ai propri genitori mentre RAI PORTE APERTE invita il giovane pubblico all’interno di un vero e proprio set televisivo per aspiranti professionisti TV: come si realizza un programma? Come funziona una telecamera? E come si lancia un servizio TG?
Se un’area travestimenti a cura di Chiara De Bonis invita i più piccoli a divertirsi attraverso maschere e costumi; momenti d’incontro, confronto e scambio saranno organizzati con alcune delle realtà che operano sul territorio specializzate negli ambiti di apprendimento e formazione pedagogica: Ottimomassimo, Librerie per ragazzi Cleio, Circuito librerie indipendenti, Progetto Graf/Maria Carmela Milano, Pachamamma e S.CO.SSE.
Presso La Città dell’Altra Economia talk e incontri con Famiglia Punto Zero e Doppio Ristretto per parlare con le famiglie di internet, scienza e realtà urbane; mentre Dynamo Camp Onlus sarà presente con il suo truck per attività gratuite di terapia ricreativa.
Completano REFKids + Family, infine, gli allestimenti a cura di CAD, Cantiere Analogico Digitale pensati come area per la lettura e i libri per l’infanzia.
Tutto il programma e gli approfondimenti su REF Kids: www.romaeuropa.net/festival-2018/Kids-Family/


Fonte: elaborazione a cura della Redazione di Farecultura. Materiale tratto dal CS dell’Agenzia GDG press