Roma: teatro, musica e cinema. Gli appuntamenti di marzo di Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Nada (2018 - credits Claudia Pajewski)

Come ogni mese si rinnova di nuove proposte l’offerta culturale di Officina Pasolini – Regione Lazio, Laboratorio di Alta formazione artistica e Hub culturale.

Gabriel Garcia Marquez (Image by © Colita/CORBIS)

Venerdì 8 marzo alle ore 21 va in scena lo spettacolo Un sogno fatto a Macondo, un omaggio a Gabriel García Márquez e al suo romanzo Cent’anni di solitudine, che rivive grazie a una lettura spettacolarizzata volta a recuperare il realismo magico della cittadina di Macondo, dei suoi sogni e della sua realtà. In scena sedici giovani artisti della sezione teatro dell’Officina che tra molte parole, qualche musica e poche azioni interpretano, sotto la guida di Nicola Fano, un frammento del poderoso romanzo, nel tentativo dichiarato e rispettoso di cogliere il clima prodigioso di questa opera straordinaria. 

È protagonista dell’incontro Chiedimi quello che vuoi, mercoledì 13 marzo alle ore 21, “la ragazza terribile” della canzone italiana: Nada, attualmente in tour in tutta Italia per presentare il suo nuovo album È un momento difficile, tesoro. Teatro, letteratura e cinema: in compagnia del giornalista Ernesto Assante si racconteranno i mille volti di uno dei nomi più importanti della musica italiana. La serata sarà impreziosita da alcuni interventi musicali. 

Il gruppo dei “kuTso”

Venerdì 15 marzo alle ore 21 continua il viaggio nel mondo della scena indipendente romana con Officina Pasolini ed Exitwell. Terzo protagonista del talk Note Vocali, condotto da Riccardo De Stefano è Matteo Gabbianelli frontman dei kuTso, gruppo romano della scena alternative rock italiana. Il talk sarà impreziosito da un’esibizione dell’artista che presenterà alcuni brani tratti da Che effetto fa, l’ultimo album di inediti della band che fotografa frammenti della vita e dei sentimenti con sarcasmo e fatalismo, ma senza rinunciare alla tenerezza.

Si rinnova a Officina Pasolini l’appuntamento con il cinema martedì 19 marzo alle ore 20.30. Questo mese in programma uno dei film chiave dell’intera opera di Wim Wenders: Paris, Texas, road movie che vive di contaminazioni western e commuove per la sua profonda e dolente umanità. Insignita nel 1984 della Palma d’oro al Festival di Cannes, la pellicola racconta di un uomo senza memoria e del suo desiderio di ritrovare un passato che possa restituirgliela. Eccezionale performance, nei panni del protagonista, è quella di Harry Dean Stanton, così come straordinaria è la colonna sonora di Ry Cooder, pietra miliare della slide guitar contaminata con influenze mariachi. Introducono la proiezione i docenti di Officina Steve Della Casa e Maurizio Cartolano.

Musica Nuda (© Angelo Trani)

Sono un duo tra i più apprezzati in Italia e all’estero: Musica Nuda, ovvero la splendida voce di Petra Magoni e il contrabbasso di Ferruccio Spinetti. Giovedì 21 marzo alle ore 21 è ospite a Officina Pasolini dell’incontro La musica è nuda, moderato da Tosca e Felice Liperi e impreziosito da un’esibizione live dei due artisti che da sedici anni portano felicemente avanti questo interessante progetto musicale con un’intensa attività concertistica in tutto il mondo. Una serata dedicata alla scoperta della “musica nuda”, quella che ha fatto ottenere alla coppia prestigiosi riconoscimenti, tra cui nel 2006 una Targa Tenco nella categoria interpreti e il premio Miglior Tour al M.E.I. di Faenza. 

Venerdì 22 marzo alle 21 va in scena Edipo Re: Oltre la fine, la Città nuova, spettacolo nato da un’idea dell’attrice Lucilla Giagnoni e della storica Fiammetta Fazio, insieme a due straordinari musicisti, Luca Nulchis ed Egidiana Carta del gruppo sardo Andhira. Si narra, in modo intenso e nella originale forma di dialogo tra più linguaggi (teatro, pensiero, musica), che la fine dei tempi è in realtà un nuovo inizio: non catastrofe e cecità, bensì rivelazione per chi abbia voglia di imparare a vedere con altri occhi per costruire la Città Nuova, e si sofferma su un’analisi del nostro tempo, sul significato della democrazia e sulle fragilità connesse a questa nostra forma di governo. 

Hollywood Party, la famosissima trasmissione di cinema di Radio3, compie 25 anni. In attesa dei festeggiamenti ufficiali per il primo quarto di secolo di vita con un evento radiofonico che sarà trasmesso in diretta sul terzo canale di Radio Rai venerdì 12 aprile, il programma “più grande della radio dai tempi di Marconi”, come lo ha definito Roberto Benigni, inaugura le celebrazioni di questa ricorrenza a Officina Pasolini.  Lunedì 25 marzo alle ore 21 per la serata speciale live Ricomincio da 25 – Hollywood Party compie 1/4 di secolo saranno presenti i conduttori, le curatrici e la redazione, verranno svelati tanti piccoli segreti dietro le quinte, si ascolteranno alcune delle puntate più importanti di questo quarto di secolo, saranno proiettati alcuni reperti d’archivio presi dalle Teche Rai e disponibili sul sito della trasmissione. 

Venerdì 29 marzo ore 21, parte da Officina Pasolini, che ospita la “data zero”, il tour mondiale dei finalisti delle due serate finali di Sanremo Giovani 2018, organizzato da Ministero degli Esteri e RAI per valorizzare i giovani talenti emergenti della musica italiana contemporanea nel mondo. 

Un viaggio in sette città e cinque continenti (Tunisi, Tokyo, Sydney, Buenos Aires, Toronto, Barcellona, Bruxelles) che porterà sul palco Einar, Federica Abbate, Nyvinne, Deschema, LaRua. Mahmood, vincitore della 69a edizione del Festival di Sanremo, sarà a Tunisi per la prima tappa del tour. Claudio Fasulo e Tosca introdurranno la serata. 

Fonte: GDG press