Melegnano: “Un’inutile carneficina – 8 Giugno 1859”. Pièce teatrale al Castello Mediceo

Quest’anno ricorre il 160° dall’ 8 giugno del 1859, il giorno del più breve e sanguinoso combattimento della Seconda Guerra d’Indipendenza Italiana.
Quel giorno Melegnano fu teatro di una strage, nella quale morirono centinaia di austriaci e francesi. Oltre ad un melegnanese.

Fu una carneficina, ma soprattutto fu una prova di forza inutile, perché la Storia era stata già scritta solo pochi giorni prima a Magenta e quella sera (quell’ 8 giugno) le truppe franco piemontesi sarebbero comunque entrate in una Milano che era già stata liberata dagli austriaci.
Curiosamente Melegnano aveva già incrociato il proprio destino con quello di una Milano liberata : accadde nel 1848 e fu l’epilogo drammatico delle famose cinque giornate di Milano.

Quella volta però la libertà durò ben poco e si dovettero aspettare altri 11 anni, fino a quell’8 giugno, perché gli austriaci venissero definitivamente cacciati.
Con il Vuoto Pieno di quel 23 marzo del 1848, circa un anno fa, ne fece un reading.
Quest’anno, invece, nel contesto delle belle iniziative organizzate dalla Proloco per il 160° di cui parlavamo prima, porterà in scena anche l’8 giugno del 1859.

Sarà una carrellata su alcuni dei tanti personaggi che quel giorno l’hanno vissuto per davvero e sarà grazie al racconto delle loro storie che ci avvicineremo sempre di più alla battaglia.
L’appuntamento con lo spettacolo “Un’inutile carneficina – 8 Giugno 1859”, scritto dal Davide Bellesi e diretto da Cristiano Di Vita, è per il 25 maggio, alle ore 21, nella Sala Delle Battaglie del Castello Mediceo.
Perché la storia è un valore, lo sappiamo, ma da due anni a questa parte il Vuoto Pieno cerca di convincere che sia anche uno spettacolo.

 

Il Vuoto Pieno è un’Associazione Culturale e Compagnia Teatrale dedita alla divulgazione del teatro in tutte le sue forme e sfumature, vuole essere veicolo per portare la potenza del teatro nei luoghi e nei cuori di chi lo vuole accogliere, perché: “il Teatro non è il luogo dove… ma l’istante in cui…”. In particolare si occupa sia di teatro adulti che di teatro bambini con la produzione di spettacoli e laboratori ad essi dedicati. L’ Associazione Culturale promuove numerose attività poiché: “La Cultura è un DIRITTO e un DOVERE!”.

Fonte: Associazione Culturale Il Vuoto Pieno