Bilanci partecipativi: in tre Comuni lombardi cittadini decidono quali progetti realizzare.

I cittadini di tre Comuni lombardi, due in provincia di Milano e uno in provincia di Brescia, decideranno quali progetti, tra quelli da loro stessi presentati, saranno realizzati nei prossimi mesi dalle rispettive amministrazioni comunali. Succederà a Cornaredo e a Melzo, in provincia di Milano, e a Palazzolo sull’Oglio (Brescia), dove i Comuni hanno deciso di chiamare in causa direttamente i residenti chiedendo loro di proporre progetti legati al recupero della qualità ambientale e sociale dei propri territori.

In totale si tratta di 31 progetti finalisti, su 81 presentati, selezionati dai residenti dei rispettivi comuni e che dopo il voto definitivo che decreterà i vincitori, saranno realizzati grazie a 450 mila euro complessivamente messe sul piatto dai sindaci delle rispettive amministrazioni comunali.
I tre bilanci partecipativi, progettati e sviluppati in ogni comune in collaborazione con Refe, società milanese che si occupa di sostenibilità, responsabilità sociale e partecipazione, hanno riscosso un’alta adesione da parte dei cittadini che si sono espressi in percentuali superiori alla media nazionale, che oscilla tra l’1 e l’8%.
Nel dettaglio a Cornaredo ha partecipato alla prima fase il 15% della popolazione (2.668 cittadini), a Melzo il 10% (1.664 residenti), a Palazzolo l’11% (1.917 cittadini). Hanno votato e potranno votare tutti i cittadini residenti maggiori di 13 anni, a Melzo di 14.
Il primo appuntamento “elettorale” finale si è tenuto sabato 30 e domenica 31 marzo a Palazzolo sull’Oglio. Qui, nel Comune amministrato da Gabriele Zanni, sono stati sottoposti al voto 8 progetti selezionati dai cittadini tra i 33 presentati dagli stessi residenti e giudicati ammissibili dai tecnici dell’amministrazione comunale. I progetti vincitori saranno finanziati con i 200 mila euro messi a disposizione dall’ente.

A Cornaredo e a Melzo, si andrà invece al voto domenica 7 aprile. Nel primo comune risultano finalisti 9 progetti sui 18 presentati. In questo caso l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Yuri Santagostino, ha messo a disposizione 150 mila euro. La votazione finale si terrà in 5 seggi cittadini domenica 7 aprile, dalle 9 alle 19. A Melzo, a guida del Sindaco Antonio Fusè, saranno sottoposti al giudizio finale 14 progetti sui 30 presentati e ai vincitori saranno destinati 100 mila euro. Il voto anche in questo caso è in programma domenica 7 aprile – dalle 9 alle 19 – nei gazebo allestiti davanti alla sede dell’amministrazione cittadina, in piazza Vittorio Emanuele.
“Da anni ci occupiamo di promuovere il coinvolgimento informato e consapevole dei cittadini alle scelte pubbliche come migliore antidoto all’antipolitica e come leva importante per fare crescere una cultura della corresponsabilità nei confronti del bene comune, in linea con l’Obiettivo 17 dell’Agenda 2030 ONU – commenta Cristiana Rogate, Presidente e fondatore di Refe – Gli Enti Locali hanno un ruolo fondamentale per contribuire a mettere in moto questi processi favorendo la partecipazione, ma anche utilizzando tutti gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione per rendere sempre più comprensibile l’attività che quotidianamente svolgono nell’interesse delle comunità”.

Fonte: Refe – Strategie di Sviluppo Responsabile