Milano: Il recupero naturalistico dell’ecomostro di Ponte Lambro/Monlué nel progetto del WWF Martesana-Sud Milano

Le aree occupate dal gigantesco ecomostro, realizzato a Ponte Lambro/Monluè per il campionato del mondo di calcio del 1990 e mai terminato, tornano all’agricoltura e all’ambiente grazie al progetto di recupero naturalistico, gestito dal WWF Martesana-Sud Milano, finanziato da Regione Lombardia per un importo di 130.000,00 €, nell’ambito del Contratto di Fiume Lambro.
Oltre agli interventi di pulizia e ripristino del fontanile dei Certosini, a marzo è prevista la messa a dimora di quasi duemila piante tipiche padane e dell’ambiente fluviale, in grado di offrire rifugio e fonti alimentari per la fauna, in particolare gli uccelli che nidificano nel folto dei cespugli e gli insetti, quali api, bombi e farfalle.
Il progetto, sostenuto dal Comune di Milano, ha ricevuto il sostegno dal Parco Agricolo Sud Milano.
Il WWF curerà le attività di fruizione ed educazione ambientale, rivolte alla cittadinanza e agli studenti delle scuole. Le finalità del progetto, gli interventi di ripristino ambientale e le attività di fruizione e didattica saranno illustrate dal WWF, insieme al Comune di Milano e al Municipio 4, in due serate pubbliche, il 9 e il 22 marzo, alle 21, presso la sala capitolare dell’abbazia di Monluè, in via Monluè n. 78.
Nell’ambito delle azioni di fruizione dell’area da parte dei cittadini, lunedì 12 marzo, alle ore 21, presso il CAM Parea, si sono svolti i corsi base di birdwatching e botanica, finalizzati alla scoperta delle specie ornitiche e botaniche che popolano la zona.

Info: sudmilanese@wwf.it