Melegnano: la Compagnia Teatrale Amatoriale “Do di Petto” al suo esordio al teatro La corte dei miracoli con “Forza venite gente”

La Compagnia Teatrale Amatoriale "Do di Petto"

“Forza venite gente” è il musical d’esordio della Compagnia Teatrale Amatoriale “Do di Petto” che sarà portato in scena i prossimi venerdì’ 4 e sabato 5 ottobre al Teatro “La Corte dei Miracoli” di Melegnano. 

I debutti sono sempre emozionanti, lo sono maggiormente se a debuttare non è solo lo spettacolo ma anche la Compagnia che lo mette in scena. 

“Do di Petto” nasce come Compagnia Teatrale Amatoriale circa un anno fa dall’esigenza di due amici da sempre, Giovanni Coppini e Gianni Boglioli, di mettersi in gioco e condividere con altri le proprie passioni per la musica, il canto, il ballo e il teatro.

Dopo un punto di partenza comune per esperienze formative e relazionali, la Parrocchia di San Giuliano Martire a San Giuliano Milanese, ciascuno ha percorso la propria strada professionale e relazionale facendo esperienze creative differenti e incontrando sul proprio cammino persone con le medesime passioni.

Circa dieci anni fa poi l’occasione di ritrovarsi e di lavorare ancora insieme nella Compagnia Teatrale Amatoriale “Stasera Musical” con due rappresentazioni di grande successo: l’ambiziosa realizzazione di Aggiungi un posto a tavola e in seguito Sogni di cartone, uno spettacolo inedito maggiormente dedicato ai più piccoli.

Da allora il feeling creativo non si è mai interrotto, ne è prova la successiva esperienza con la Compagnia Teatrale Amatoriale “I sogni son desideri” nella quale insieme hanno collaborato alla realizzazione di Ti va di ballare, commedia inedita.

Da queste esperienze e da molte altre (coro gospel “Voci x Voi” e Compagnia Teatrale Amatoriale dialettale “I Semper giuvin”, per citarne alcune), che hanno innegabilmente contribuito alla crescita personale e artistica, nasce l’idea di fondare una nuova Compagnia che possa dare voce ed accogliere amici e compagni di esperienze artistiche condivise che abbiano una visione comune per modalità di lavoro e obiettivi.

È così che, giusto un anno fa, nasce la Compagnia Teatrale Amatoriale “Do di petto” alla quale hanno aderito con entusiasmo amici incontrati nelle precedenti esperienze: cantanti e musicisti dal coro gospel, attori e musicisti dalle compagnie teatrali, ballerini dalla scuola di ballo e poi amici degli amici ed altri ancora che con il passaparola sono venuti a conoscenza di questa opportunità e hanno voluto mettersi in gioco ciascuno per le proprie capacità e le proprie attitudini.

Così come il gruppo nasce dalle precedenti esperienze anche la scelta del primo musical da portare in scena è frutto della formazione giovanile comune, caratterizzata dall’apertura verso il prossimo, dallo spirito di accoglienza verso chiunque nel rispetto della diversità di ciascuno, dal servizio ai più deboli.

Forza Venite Gente infatti è il musical cult italiano maggiormente rappresentativo di questi valori.

Nato dall’estro creativo del maestro Michele Paulicelli e messo in scena per la prima volta nel 1981, da allora non si contano gli allestimenti sia da parte di compagnie amatoriali che professionali, tanto che è considerato il musical più rappresentato in Italia.

Cosa lo rende attuale e sempre apprezzato dal pubblico? Sicuramente i personaggi che hanno in sé una vitalità e un’umanità che li rende ancora oggi estremamente vicini.

Al di là del loro innegabile peso storico, i personaggi vivono prima di tutto nelle loro dinamiche semplici e profondamente umane: il rapporto conflittuale genitori-figli che caratterizza il confronto fra il Poverello d’Assisi (San Francesco, la cui vita è il tema del musical) e il padre, Pietro da Bernardone, e l’amore, che è il vero filo conduttore del racconto in musica, che nella sua accezione umana cede il passo ad un Amore così immenso da abbracciare la natura intera, da accogliere l’umanità in ogni sfaccettatura di bene e male e da considerare come sorella persino la morte.

Grande peso hanno sicuramente le musiche, alcune delle quali sono ormai note al di là del musical stesso, che costituiscono il vero elemento portante di tutta la rappresentazione, abilmente coese dalle voci narranti di Pietro da Bernardone e della Cenciosa che, con una vena di simpatica pazzia, dà voce alla saggezza popolare. La mise en scène, volutamente minimalista, della Compagnia Teatrale Amatoriale “Do di petto” vuole valorizzare l’interpretazione degli attori, dei solisti e del corpo di ballo che recitano, ballano e cantano dal vivo e la forza dirompente della musica, suonata interamente dal vivo da una band di 6 elementi.

Fonte: Clara Bossi – Compagnia Teatrale Amatoriale “Do di Petto”