Milano: Femminicidio. Countdown per #inpiedipertutte. L’evento charity per gli orfani

Il board 2019 del club italiano di Feminin Pluriel

Milano si prepara a ospitare l’11 ottobre prossimo, nella cornice di Palazzo Parigi, la cena di gala #inpiedipertutte: un evento di beneficienza ricco di contributi, ospiti e sostenitori, che raccoglierà fondi per gli orfani di femminicidio in Italia. La serata, voluta dal board dell’associazione Feminin Pluriel Italia (FPI), è patrocinata dal Comune di Milano, che sarà presente con la sua delegata alle Pari Opportunità di Genere Daria Colombo a fianco a Roberto Tasca, Assessore al bilancio. Madrina dell’evento Barbara De Rossi, attrice e conduttrice televisiva impegnata nella lotta conto la violenza sulle donne, alla quale sarà omaggiato un premio durante la serata.

Il club italiano dell’associazione, fondato dall’Avv. Diana Palomba attuale presidente, ha il fine primario di creare un network internazionale tutto “al femminile”, promuovendo al contempo attività finalizzate all’educazione, formazione e protezione di donne e bambini. In seno alla vision generale FPI, l’evento charity #inpiedipertutte chiama quindi all’appello tutto il Paese su un tema poco noto all’attenzione pubblica: le pesanti e differenti problematiche che devono affrontare i bambini orfani di femminicidio, spesso lasciati al proprio destino senza un supporto a livello di politiche e istituzioni. 

Dei 2.100 orfani presenti in Italia (circa 500 in più rispetto al 2018) saranno 20 i ragazzi che, su tutto il territorio nazionale, beneficeranno dei proventi dell’evento grazie all’associazione Edela guidata dalla presidente Roberta Beolchi e il cui scopo è, tra gli altri, tutelare e sostenere i protagonisti della violenza di genere (orfani e famiglie affidatarie). Questi 20 ragazzi, già individuati da Edela, potranno sia recuperare gli anni di studio persi in istituti superiori privati, che li metteranno in contatto diretto poi con il mondo del lavoro, sia frequentare corsi di alta specializzazione in diversi ambiti post diploma.

Una parte del ricavato della serata andrà anche al progetto Centri Milano Donna (CMD) del Comune di Milano, voluti dal Sindaco per aumentare l’inclusione delle donne, il loro senso di autoefficacia e una partecipazione attiva alla vita della città. Il sostegno riguarda in particolare le associazioni “Piccolo Principe” e “Telefono donna” responsabili, rispettivamente, dei CMD dei Municipi cittadini 8 e 6.  Inoltre Futura Art Gallery (Milano), impegnata in mostre dal richiamo non solo artistico ma anche sociale, offrirà un’opera di Philippe Delenseigne dal titolo “Temps” che sarà venduta durante la serata attraverso un’asta silente: il ricavato sarà donato ad Edela.  

L’evento – che avrà come main sponsor FSI, il maggiore investitore istituzionale italiano che supporta le imprese leader del Made in Italy nei mercati internazionali, e Miamo, brand di cosmeceutici dedicati alla cura della pelle in ogni fase della vita, come sponsor tecnico – vedrà inoltre l’interludio della pianista e compositrice Roberta Di Mario, musicista dal respiro internazionale, e il sorteggio di premi di valore. 

Durante la serata di beneficienza (per prenotarsi scrivere a segreteria@fpitaly.it o chiamare il 347.7139540) l’associazione presenterà i progetti al centro dell’evento, arricchiti dagli interventi di Monica Peruzzi – giornalista e conduttrice di SKY TG24 – e Alessandra Kustermann, direttrice della struttura di Ginecologia e Ostetricia del Pronto soccorso del Policlinico di Milano, prima donna primario della clinica Mangiagalli e fondatrice del “Soccorso Violenza Sessuale e Domestica”. 

“Feminin Pluriel – ha detto Diana Palomba – si pone come promotrice di un dialogo costruttivo e concreto, volto al sostegno e alla diffusione del rispetto di genere, partendo dai banchi di scuola, per arrivare alla famiglia e agli ambienti di lavoro. Ogni anno”, ha continuato il presidente dell’associazione, “organizziamo iniziative charity in tutta l’Italia: da Napoli a Firenze, la prossima tappa è Milano. Vi aspettiamo l’11 ottobre”.

Feminin Pluriel, associazione internazionale femminile nata nel 1992 in Francia da Beatrice Lanson Villat, è oggi presente in più di 18 paesi nel mondo e ha come scopo primario quello di creare un network internazionale di donne per facilitare relazioni e business, ma anche per dare a ognuna di loro la possibilità di condividere esperienze, progetti e di sentirsi ed essere “squadra”. Il Chapter italiano, fondato dall’Avv. Diana Palomba che ne è anche Presidente, è un’Associazione no profit: il ricavato delle quote e degli eventi viene infatti destinato ad attività finalizzate all’educazione, formazione e protezione delle donne, dei bambini o a progetti culturali e sociali.  ( Link a Feminin Pluriel Italia )

 L’associazione Edela è un’associazione no profit, attualmente guidata dalla presidente Roberta Beolchi, che opera su tutto il territorio nazionale a tutela e sostegno dei protagonisti della violenza di genere: gli orfani e le famiglie affidatarie. Ospita in seno a sé il progetto “Orfani del femminicidio” al quale Femimin Plueriel devolverà il ricavato del proprio evento in programma a Milano l’11 ottobre 2019. Edela ha stimato che siano 1.620 i bambini in Italia che, dal 2000, sono rimasti orfani di femminicidio. Lo specifico progetto ha il fine di supportare queste “vittime di vittime” e di sensibilizzare a una nuova e necessaria educazione le Istituzioni Governative, i dirigenti scolastici, le Federazioni sportive e il Presidente del Consiglio dei Ministri, per contribuire a educare al rispetto umano, alla vita civile e all’uguaglianza di genere, informando altresì giovani e adulti sulle conseguenze delle violenze domestiche.  ( Link ad Associazione Edela )

Fonte: PS Comunicazione