Tiggiano (Le): Notte bianca di Cinema e Musica nel bosco per la XVI Edizione della Festa del cinema del reale

Dopo Corigliano d’Otranto, la festa nomade di Cinema del reale si sposta a Tiggiano, nel bosco-giardino di Palazzo Baronale Serafini Sauli, uno dei giardini all’italiana più grandi del Salento. Alla presenza dei Premi Oscar Taylor Hackford e Helen Mirren, lo schermo accoglie le proiezioni de Il Sole a mezzanotte, Salut les Cubain per l’omaggio ad Agnès Varda, The View from the road film musicato dal vivo da Admir Shkurtaj in collaborazione con Home Movies e Archivio Cinema del reale. Una notte bianca di cinema e musica tra installazioni, happening e dj set fino a notte fonda, grazie al supporto del Comune di Tiggiano, di Borgo Canonica e DVF. 

Bosco giardino di Tiggiano

Dopo il Castello Volante di Corigliano d’Otranto è il bosco-giardino di Tiggiano ad accogliere la Festa di Cinema del reale per un altro importante appuntamento della stagione estiva. Tra le fronde di uno dei giardini all’italiana più grandi del Salento, la festa nomade fa tappa nel Capo di Leuca per una notte all’insegna del cinema, della musica e delle arti visive e performative ridisegnando per l’occasione installazioni, proiezioni ed happening per esplorare e conoscere questo luogo magico. Le porte del Palazzo Baronale di Tiggiano si aprono alle 20 sul tappeto musicale di Rocco Morano. 

Letizia Battaglia

Il tema della serata muove tra cinema e musica. Alle 21 si prende posto nella sala tra gli alberi per la visione di LAC – Laboratorio di animazione cromatica, un workshop a conduzione familiare tenuto da Mirco Santi che ha coinvolto il pubblico di Corigliano di tutte le età. Alle 21 è la volta di Facce, una fotografia di Cecilia Mangini scattata negli anni Cinquanta a Rutigliano, che prende vita attraverso il montaggio di OfficinaVisioni. Alle 21.15 segue Omaggio ad Agnès Varda con due film in programma: un documentario ritrovato musicato dal vivo da Daniel Bacalov, e Salut les cubains, girato invece agli inizi degli anni Sessanta, con le immagini scattate dall’autrice durante un viaggio a Cuba che scorrono al ritmo di un frenetico ‘cha cha cha’ testimoniando l’entusiasmo della regista per la recente Rivoluzione e il suo sguardo affettuoso su un paese in movimento. Alle 21.45 Cinema del reale dedica un tributo ad Adriano Barbano con Il Paese degli olivi, raccontando il paesaggio salentino degli anni Cinquanta tra pratiche arcaiche e industrializzazione. Alle 22 si accende sullo schermo l’omaggio a Gianfranco Mingozzi con Le Tarantate, estratto da Sulla terra del rimorso, il documentario che ripercorreva le tappe più significative dello sguardo etnografico sul mondo dei tarantati.

Una foto di Letizia Battaglia

Gianfranco Mingozzi è stato un regista appassionato di antropologia, la Taranta per il Salento ha avuto sempre un valore che va aldilà di ogni considerazione artistica e culturale. Il rituale della taranta, con un linguaggio fortemente simbolico, permette di superare gli intimi conflitti della vittima e di riconciliarla con le sue esperienze dolorose. Nove minuti musicati da Egisto Machi. Neighbours è invece il titolo del documentario di Norman McLaren che precede la visione di Luci di Parigi e The View from the Road, una proiezione nata dalla collaborazione tra Home Movies e Archivio Cinema del reale. I paesaggi ripresi dall’automobile, un topos dalle origini del cinema e un motivo che ritorna di continuo negli sguardi del cinema amatoriale e sperimentale, accompagnando gli spettatori attraverso visioni di un’Italia che ci appare irreale e ambigua, dai contorni onirici. Il camera car ci restituisce l’illusione di un viaggio nel tempo e nello spazio. Da una visita alla fabbrica Fiat del 1949 a due viaggi degli anni Cinquanta e Sessanta, uno verso Nord e l’altro verso Sud, le immagini in movimento filante dall’auto, accompagnate dalla sonorizzazione dal vivo di Admir Skurtaj, trasportano gli spettatori in uno spazio sospeso tra passato e futuro. 

Helen Mirren con il marito

Alle 22.40 Helen Mirren e Taylor Hackford salgono sul palco insieme a Paolo Pisanelli per la consegna del Premio Cinema del reale. Segue la proiezione di Il sole a mezzanotte, un film di Hackford nelle vesti di regista e Mirren tra le interpreti principali. Il film narra la storia di un ballerino russo emigrato negli Stati Uniti. A causa di un incidente aereo, è costretto ad atterrare in Unione Sovietica. Gli uomini del KGB cercheranno di trattenerlo ad ogni costo e con ogni mezzo. Tentare la fuga per la seconda volta significa rischiare la vita. Ma forse c’è qualcuno che potrebbe aiutarlo. Il film è in lingua originale con sottotitoli in italiano. 

Alle luci del tramonto i vini di Claudio Quarta Vignaiolo accompagnano le visioni e le immagini in movimento della notte, insieme alle ricette d’altri tempi con prodotti del territorio preparati da Guakamole Fatti A Mano. Le food zone ospitano anche i corner di King, Birrificio dei Popoli, marchio made in Specchia e i vini di Vineria Renna e l’arte della mixology di Sartoria degli Spiriti e Larilò. Il giardino retrostante accoglie i visitatori con un percorso costellato da illustrazioni e installazioni luminose, come Green Spirits di Big Sur lab, Maurizio Buttazzo e Parisi Luminarie; Bookciak una selezione dei video partecipanti al Premio Bookciak a cura di Gabriella Gallozzi; Stellario di Sonia Antonini un’affascinante viaggio dal salotto di casa fino alle stelle; Bugie di Pierpaolo Gaballo accompagnate dai testi di Daniele Pratolini, un orizzonte dedicato al volto di Carola Rackete; Spiaggiate, sempre di Buttazzo, in collaborazione con (At)Fest. Tra le fronde dei pini e dei lecci non mancano gli incontri creativi con artigiani e designer ma anche i percorsi dedicati alla scoperta degli archivi: sarà visitabile per tutta la serata 12 scatti di Giuseppe Palumbo, realizzata in collaborazione con il Polo Biblio-Museale di Lecce/Museo Castromediano.

Allo scoccare della mezzanotte il giardino si accende con la Festa finale. Ai piatti si alternano Rocco Morano e Okee Ru. Okee Ru è un precoce collezionista di vinili. Inizia sin da giovanissimo a miscelare tra loro i suoni provenienti dalla migliore disco e house americana, dirigendosi poi verso paesaggi sonori più esotici e psichedelici.  Vincitore di Dimensions Vinyl Mix 2016 col progetto RUDAN Okee Ru vanta diverse presenze al Breakfast Show di Charlie Bones su NTS Radio a Londra, ma anche a Boiler Room, Brilliant Corners, Dimensions Festival, Saturnalia, Fuck Normality, VIVA! Festival e non ultimo “Adults Only+25” una serie di eventi concepiti nel sud Italia curati da Okee Ru & Dan Mela dove si sono esibiti artisti di calibro internazionale come Sadar Bahar, Joe Claussell, Red Greg e molti ancora. Il suo sarà un set variopinto, pura energia positiva che farà vibrare il giardino fino a notte fonda.

Fonte: GDG Press