Barcellona (Spagna): Directors Lab Mediterranean 3rd edition. Aperto il bando per la partecipazione dei registi emergenti o già affermati.

Il teatro Lliure a Barcellona (Spagna)

DLM segue il modello del Directors Lab al Lincoln Center Theatre di New York City e mira a fornire ai registi emergenti e i registi gia’ affermati di tutto il mondo l’opportunità di costruire connessioni e creare reti artistiche esplorando le tradizioni teatrali mediterranee e le pratiche correnti.

Directors Lab Mediterranean è lieto di annunciare il lancio del bando per la sua terza edizione che si terrà al Teatre Lliure di Barcellona, in Spagna, il prossimo luglio 2021. “Nel mezzo di una pandemia globale che ha avuto un impatto significativo sul teatro e nei settori delle arti dello spettacolo in tutto il mondo, riteniamo che sia necessario andare avanti con il nostro lavoro e continuare a costruire ponti e creare spazi fisici e virtuali per gli artisti per connettersi, riflettere e creare “, ha affermato Sahar Assaf, Direttore artistico del DLM. Allo stesso modo, Juan Carlos Martel Bayod, direttore artistico del Teatre Lliure e membro del comitato direttivo del DLM, ha dichiarato: “In tempi come questi DLM è un’opportunità eccezionale per superare confini e distanze: collegare pensiero, conversazione e arte da tutto il mondo. Teatre Lliure è entusiasta di fornire lo spazio perché ciò avvenga nel 2021! “.

Interno del Teatro Lliure

“Stageless Theatre” è il tema che il DLM sta esplorando quest’anno. Durante questo ultimo anno, la Covid-19 ha portato via il nostro pubblico abituale, ma ci ha dato accesso a un pubblico di tutto il mondo, a un pubblico di diverse culture, lingue, background, identità, ecc. Tra tutte le incertezze, un fatto è rimasto vero, il teatro ha continuato ad accadere in diverse forme. Lisa Nava, membro del comitato direttivo, ha dichiarato: “Inutile dire che la Covid-19 ha imposto grandi sfide alla produzione e ai produttori di teatro ovunque, ma vogliamo esplorare ciò che questa nuova condizione mondiale ha dato al teatro. Il teatro può esistere al di fuori dell’incontro fisico pubblico-interprete? Come sarà un teatro post Covid-19? Queste sono alcune delle domande che stiamo esplorando nell’edizione di quest’anno. ” Il membro del comitato direttivo Anna Kapousizi, a sua volta, ha detto: “Non sapendo nulla di ciò che il futuro ci riserva, so che voglio immaginarlo pieno di persone che lavorano, creano una rete e continuano a trovare modi per fare teatro. DLM è il nostro terreno comune per farlo “.

DLM segue il modello del Directors Lab al Lincoln Center Theatre di New York City e mira a fornire ai registi emergenti e i registi gia’ affermati di tutto il mondo l’opportunità di costruire connessioni e creare reti artistiche esplorando le tradizioni teatrali mediterranee e le pratiche correnti. È stato approvato da Anne Cattaneo, la fondatrice del Lincoln Center Theatre Directors Lab, ed è stato inizialmente lanciato presso l’Università americana di Beirut nel luglio 2019 ospitato dall’AUB Theatre Initiative e dal Dipartimento di Belle Arti e Storia dell’Arte. L’anno scorso, il Lab avrebbe dovuto tenere la sua seconda edizione al Teatre Lliure di Barcellona, ma data la situazione pandemica è stato spostato online.

Lo scenario del Teatro

Mohammad Banihani, direttore artistico di Jasad e membro del comitato direttivo DLM ha dichiarato: “Nel 2020, con le restrizioni COVID-19, abbiamo deciso di organizzare una sessione digitale per dare ai partecipanti la possibilità di incontrarsi e Jasad for Performing Arts / Training and Research di Amman, Giordania, e’ stato scelto come organizzazione ospitante. Dalla creazione del DLM, Jasad si è impegnato a supportare il laboratorio in diversi modi ed è stato fondamentale mantenere aperto questo canale di comunicazione e cooperazione durante questi tempi incerti. Indubbiamente, questa è stata un’esperienza straordinaria, che ci ha riuniti da tutto il mondo per riflettere e continuare a praticare il nostro lavoro artistico. Ci siamo conosciuti da professionisti ma ci siamo salutati da amici, grazie a questo continuo scambio, oltre i confini “. Il mini-laboratorio digitale del 2020 ha riunito 28 registi provenienti da 18 paesi diversi: Grecia, Stati Uniti, Panama, Australia, Bahrain, Giordania, India, Kuwait, Svezia, Germania, Ecuador, Romania, Palestina, Tunisia, Italia, Perù, Corea del sud e Francia. Il ricco programma online includeva sessioni di pluripremiati artisti ospiti: Euripides Laskaridis dalla Grecia e Zeina Daccashe dal Libano.

DLM 2021, come gli altri laboratori gemelli del LCT Directors Lab di Los Angeles, (Directors Lab West), Chicago (Directors Lab Chicago), Toronto (Directors Lab North) e Melbourne (Directors Lab Melbourne), offriremo una serie di workshop, sessioni condivise, prove e discussioni con i maggiori artisti ospiti provenienti dalla zona del Mediterraneo. La terza edizione si svolgerà per 10 giorni il prossimo luglio 2021 presso il prestigioso Teatre Lliure di Barcellona. I registi emergenti e i registi gia’ affermati provenienti da tutto il mondo sono invitati a presentare domanda per partecipare al Lab. Il laboratorio è fornito gratuitamente a tutti i candidati accettati. Per accedere al modulo della domanda di partecipazione e per altre informazioni, visitare il sito Web del DLM: http://directorslabmed.org/application/

Il comitato direttivo esecutivo del DLM è composto da Mohammad Banihani dalla Giordania, Anna Kapousizi dalla Grecia, Lisa Nava dall’Italia, Sahar Assaf dal Libano e Juan Carlos Martel Bayod dalla Spagna.

Fonte: CS Lisa Nava