“Bike & Sound”. Un tour musicale su due ruote come non si è mai visto.

Da Milano a Roma in bici: 10 lavoratori, 10 tappe, 14 live club, 530 chilometri. Partirà il 15 marzo da Milano il tour in sella alle biciclette che dà voce a tour manager, lighting designer, fonici e local-promoter fermi a causa della pandemia.

La KICK Agency di Roma aderisce, e promuove, all’iniziativa Bike & Sounds la quale vuole dare voce al comparto dello spettacolo dal vivo che in questi mesi di pandemia, è stato fermo e in silenzio. L’energia e l’adrenalina di un team di addetti ai lavori del mondo dello spettacolo saranno i mezzi fondamentali per aiutare chiunque viva uno stato di emergenza prolungato nel tempo.

KICK AGENCY opera da vent’anni nel mondo degli eventi artistici, in particolare nel settore musicale, raggiungendo importanti traguardi e soddisfazioni: l’agenzia vanta oltre 750 produzioni e collaborazioni svolte dal 2008 nello sviluppo di eventi artistici/culturali. I servizi che offre sono stati molteplici: production-manager, tour manager, road manager, stage manager, rendering cad designer, dressing room designer, back-liner, tecnici audio-luci, driver/runner, security ecc.
Kick Agency affronta le difficoltà che riguardano il Management e la Produzione dell’evento, manifestando la propria esperienza nel coordinare il mix di aspetti creativi, tecnici e logistici che hanno portato al successo degli eventi prodotti e coordinati dall’agenzia.

Cos’è Bike & Sounds? Una corsa in bici in compagnia di chi, per lavoro, è abituato a far fatica: direttore di produzione, tour manager, lighting designer, safety manager, stage manager, site manager, fonico, rigger, staging crew, architetto e local promoter. Tutti ruoli fondamentali per la riuscita di un intento comune. Bike & Sounds è un rifornimento di energia e adrenalina messe in atto per aiutare chi in questi mesi di silenzio ha sentito l’emergenza di urlare la propria voce.

Quando accadrà tutto questo? Si parte lunedì 15 marzo da Milano, passando per Verona, Padova, Bologna, Rimini fino ad arrivare a Roma, ultima tappa di questa solidale iniziativa. Dieci ciclisti affronteranno 530 km in bici, nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. Come in tutti i tour che si rispettino, ci sarà anche una DATA ZERO: il 1 marzo dal teatro Ariston di Sanremo dove il giorno successivo si terrà il rinomato Festival, verso Milano (prima tappa del tour). La partenza da Sanremo sarà una sorta di riscaldamento ed “allestimento muscolare”, documentata da Radio Deejay che tramite un collegamento telefonico con il ciclista darà la “benedizione ufficiale” a questa importante pedalata.

Qual è l’obiettivo di Bike & Sounds? Condividere e raccontare ciò che accade a luci spente, quando scenografie e costumi lasciano la scena a chi ‘pedala’ a testa alta, con costanza e in gruppo compatto, arrivando insieme verso la meta ogni singolo giorno. Con l’obiettivo principale, vera forza motrice di questa iniziativa, di aiutare chi ha avvertito la necessità di far sentire la propria voce, chi ha subito sopraffazione in casa senza poter urlare l’emergenza di quella situazione.
A parlare saranno i racconti, le immagini, i volti, raccolti in un documentario itinerante.

Professionalità, sicurezza, rispetto, trasparenza ma anche sudore, passione e condivisione sono solo alcune delle caratteristiche che descrivono il settore della musica dal vivo.
Bike & Sounds vuole valorizzare e presentare le molteplici figure professionali coinvolte nel settore musicale. Tutte figure fondamentale nella buona riuscita di uno show, ma che in questa circostanza si uniscono per dare aiuto, per regalare un megafono al silenzio.
Supportare chi, a prescindere dal nostro settore, è in difficoltà.

L’intento del tour è quello di alzare il volume per dare voce a questo difficile silenzio, conseguenza di un anno umanamente complicato. Bike & Sounds darà voce alle realtà nascoste, incoraggiando ad emergere chi sta subendo violenze e non riesce a parlare perché si sente schiacciato. Per questo verranno sostenute campagne di sensibilizzazione contro la violenza di genere.
Perché la musica è legame, è passione, è prendersi cura, è emozione, è vita.
Riaccendiamo la musica partendo dal suono delle ruote sull’asfalto e del vento che accarezzerà il nostro gruppo, per arrivare nel cuore di chi vive costantemente in uno stato di emergenza.

Un concerto non ha età. Un concerto non ha tempo.
Ecco perché non dobbiamo né abituarci né arrenderci a questo silenzio.

Fonte: Ufficio stampa per Kick Agency – Hungry Promotion