Orvieto (TR): Il progetto “Omaggio all’Umbria”, porta il maestro Zubin Mehta a dirigere il Coro e l’Orchestra del Maggio nel tradizionale concerto di Pasqua al Duomo.

La facciata del Duomo di Orvieto

Il concerto verrà registrato lunedì 22 marzo 2021 e poi trasmesso su Rai 1 il Venerdì Santo alle ore 00.40 e in replica su Rai 5 il giorno successivo alle 19.35. In programma tre composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart: la Sinfonia in sol minore K. 550, la Messa dell’incoronazione in do maggiore K. 317 e il mottetto “Ave verum corpus”.

Il maestro Zubin Mehta torna al Duomo di Orvieto per dirigere il Coro e l’Orchestra del Maggio nel tradizionale concerto di Pasqua che, in ottemperanza alle limitazioni imposte per l’emergenza sanitaria, verrà registrato a porte chiuse lunedì 22 marzo 2021 e sarà poi trasmesso da Rai Cultura, in prima televisiva, su Rai 1 il Venerdì Santo, 2 aprile, alle ore 00.40, e in replica sabato 3 aprile alle ore 19.35 su Rai 5. In programma tre composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart: la Sinfonia in sol minore K. 550, la Messa dell’incoronazione in do maggiore K. 317 e il mottetto “Ave verum corpus”. Sul podio i solisti Eva Mei, Francesca Cucuzza, Valentino Buzza e Emiliano Cordaro. Maestro del Coro: Lorenzo Fratini. 

Il concerto inaugura la nuova edizione del progetto “Omaggio all’Umbria” che si fregia dell’alto Patronato del Presidente della Repubblica, del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali ed è organizzato da Laura Musella. Il progetto prevede una serie di 19 concerti fino al prossimo mese di dicembre. Zubin Mehta partecipa sin dal 2002 quando diresse le maestranze del Maggio nel “Concerto per la pace nel mondo” alla Basilica Superiore di San Francesco di Assisi.

In apertura del concerto al Duomo di Orvieto la Sinfonia in sol minore K. 550 di Wolfgang Amadeus Mozart: una delle sue più celebri ed eseguite sinfonie dall’apparente gaiezza e invece percorsa da un’agitazione oscura e da una tensione continua. Si prosegue con la luminosa e intensa Messa dell’incoronazione in do maggiore K. 317, con le voci del soprano Eva Mei, del mezzosoprano Francesca Cucuzza, del tenore Valentino Buzza, del basso Emiliano Cordaro, per poi chiudere con il sublime mottetto “Ave verum corpus”.

Nei giorni successivi al concerto ad Orvieto, il maestro Mehta sarà al Maggio per continuare le prove di due appuntamenti che verranno registrati e successivamente trasmessi in streaming: il concerto con la violinista Vilde Frang, 27 marzo, e l’opera Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart con la regia di Sven-Erich Bechtolf, 28 marzo. Il maestro Zubin Mehta è stato un grande protagonista della Stagione in streaming del Maggio con La Creazione di Haydn, l’Otello verdiano dello scorso novembre 2020, il concerto ‘fuori programma’ che proseguiva il ciclo delle sinfonie schubertiane iniziato la scorsa estate (che ha collezionato già più di 16mila visualizzazioni) e il concerto con il pianista Rudolf Buchbinder (ancora visibile in streaming sul sito della Fondazione fino all’10 aprile con già più di 7mila visualizzazioni).

Sponsor del concerto: il Ministero della Cultura, la Regione Umbria, la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, la Banca Intesa Sanpaolo e la Fae Terni SPA. Con il patrocinio di: Comune di Orvieto, Camera di Commercio dell’Umbria, l’Università per Stranieri di Perugia e Unicef Italia.

Fonte: Ufficio Stampa & Media- Comunicazione Maggio Musicale Fiorentino – Paolo Klun