Palermo: L’ Associazione Siciliana Amici della Musica presenta “ASTOR. Il Genio che ha cambiato il Tango”.

A Santa Maria dello Spasimo a Palermo, in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, il primo dei sei concerti organizzati dall’Associazione Siciliana Amici della Musica in omaggio ad Astor Piazzolla.

Un omaggio ad Astor Piazzolla in occasione del centenario della sua nascita. L’Associazione Siciliana Amici della Musica dà il via al primo dei sei concerti, in programma a Santa Maria dello Spasimo a Palermo, con Astor, il genio che ha cambiato il tango.

Il 29 luglio, alle 21 lo spettacolo, produzione della centenaria Associazione, andrà in scena in prima assoluta per celebrare il compositore e musicista, che è stato tra i primi a integrare nel tango e nel repertorio della tradizione musicale argentina elementi di jazz e di musica contemporanea. Protagonisti dell’evento la pianista veneziana pluripremiata Gloria Campaner, Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Cesare Chiacchiaretta al bandoneon e con la partecipazione del fisarmonicista siciliano Pietro Adragna.

Nella prima parte della serata saranno eseguite Le Quattro stagioni di Astor Piazzolla; a seguire la sensualità del tango argentino con i ballerini Silvia Miano e Vincenzo Bonura, che danzeranno sulle note di alcuni dei brani più famosi del repertorio del compositore argentino come Libertango, Oblivion, Adios Nonino.

Gloria Campaner, pianista veneziana, classe 1986, a soli 5 anni ottiene la prima di oltre venti vittorie in concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Dal 2018 è direttore artistico dell’Associazione musicale Vincenzo Bellini di Messina. Svolge regolare attività concertistica presso istituzioni e festival italiani di prestigio e si dedica anche alla musica da camera collaborando con vari solisti internazionali e jazzisti del calibro di Franco D’Andrea, Leszek Możdżer e Stefano Bollani. Attenta a promuovere la musica contemporanea, ha interpretato prime esecuzioni assolute di lavori a lei dedicati da compositori come Márton Illés, Jorg Widmann, Vittorio Montalti e Giovanni Sollima. Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 2003, ha vissuto a Parigi, dove per 15 anni ha occupato il posto di primo clarinetto solista all’Orchestre National de France. Ha avuto importanti collaborazioni anche con i Berliner Philharmoniker, la Chicago Symphony e la Filarmonica di New York.

Cesare Chiacchiaretta, nato a Chieti, si dedica sin da giovanissimo allo studio della fisarmonica per poi intraprendere ed affiancargli quello del bandoneon. Ha studiato con Claudio Calista presso l’Accademia Musicale Pescarese. È stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali. Nel 1991 è prescelto quale unico rappresentante italiano alla Coppa del Mondo dell’Unesco. Ha tenuto oltre mille concerti in 35 Paesi al mondo e suonando da solista con importanti orchestre.

Pietro Adragna, fisarmonicista siciliano e concertista a livello internazionale, è stato proclamato campione del mondo di fisarmonica nel 2009 e nel 2011. È nato a Erice, dove ha cominciato a studiare la fisarmonica, all’età di 6 anni. Ha partecipato ai più prestigiosi concorsi dedicati alla fisarmonica e nel 2009 viene proclamato per la prima volta campione del mondo dello strumento. in Portogallo e poi in Cina.

Per info e prenotazioni www.amicidellamusicapalermo.net

Fonte: Ufficio stampa Associazione Siciliana Amici della Musica – Chiara Lizio