Chiasso (Svizzera): “FAKE – visual distortion”. Dodicesima edizione della Biennale dell’immagine di Chiasso.

La Biennale dell’immagine di Chiasso torna, dal 17 settembre al 14 novembre, per una dodicesima edizione dedicata al tema FAKE – visual distortion. Un programma ricco di mostre, eventi e incontri per affrontare un tema sempre più attuale.

Il problematico rapporto tra realtà e immagine, ben noto al mondo dei media ma poco affrontato da chi produce immagini, sarà al centro di questa edizione. Gli strumenti di manipolazione delle immagini hanno raggiunto un’efficacia tale da rimettere completamente in discussione anche il nostro rapporto con la realtà: cosa è vero? Qual è oggi la dimensione di verità di un’immagine? La fotografia può essere prova del reale? Di cosa possiamo fidarci? Sono solo alcune delle domande che la Biennale dell’immagine si pone, insieme agli artisti e ai visitatori di questa rinnovata edizione.

Oltre alle mostre ufficiali allo Spazio Officina, al Rifugio pubblico e in Piazza dei colori, altre diciannove gallerie svizzere e italiane parteciperanno alla Biennale allestendo degli spazi OFF nei locali sfitti messi a disposizione dal progetto Frequenze. Un’esposizione diffusa, frutto di una pluralità di voci, che risuoneranno per le strade di tutta la città.

Il programma completo della dodicesima edizione della Biennale dell’immagine di Chiasso è stato presentato nella conferenza stampa dello scorso 6 settembre 2021 nella nuova sede dell’associazione, a Chiasso.

Intanto continua il progetto takeover, la gestione dell’account Instagram del festival da parte di scuole svizzere e italiane, ideato per dar voce agli studenti e per conoscere cosa significhi, per loro, “fare immagine” oggi. Tra le scuole che hanno aderito all’iniziativa: l’ECAL di Losanna, il Liceo di Mendrisio, l’Accademia di architettura USI a Mendrisio, la SUPSI con il Corso di laurea in Comunicazione visiva, l’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como – IED Network, l’Accademia di Belle arti di Brera a Milano. In questo momento, l’account Instagram è “in mano” al Cfp Bauer di Milano.

La Biennale dell’immagine di Chiasso è realizzata grazie alla collaborazione con la Città di Chiasso e del Canton Ticino, DECS – Swisslos. Ha inoltre il supporto delle Fondazioni Vollkart, Artphilein, Pro Litteris – Fondo culturale, Erna und Curt Burgauer, e dei partner principali Banca Stato e La Mobiliare – JubiläumStiftung.

Biennale dell’immagine di Chiasso
La Biennale dell’immagine è una rassegna internazionale di fotografia, video e sulle arti visive contemporanee, nata nel 1996. Negli anni si è dimostrata una manifestazione dinamica, che ha saputo creare sinergie interessanti sul territorio e si è distinta per la ricerca di spazi espositivi peculiari e inediti. Il nuovo comitato intende costruire su questa identità, per esplorare le nuove frontiere della creazione e della fruizione delle immagini e coinvolgere nuove generazioni di pubblico. La Biennale dell’immagine di Chiasso è organizzata dall’omonima Associazione in collaborazione con il Centro Culturale Chiasso.

Fonte: Ufficio stampa Biennale dell’immagine Chiasso