“Big Data B&B”, di e con Laura Curino. Una nuova collaborazione Piccolo Teatro – Politecnico di Milano.

BIGDATA. Marzorati, Curino (photo ©Masiar Pasquali)

Il tema dei dati e le implicazioni etiche dell’innovazione scientifica nel nuovo spettacolo di Laura Curino, prodotto dal Piccolo Teatro, in collaborazione con il Politecnico di Milano. In scena, in prima nazionale, al Teatro Grassi, dal 25 novembre al 12 dicembre 2021.

Niente è più attuale della questione relativa all’enorme mole di dati e alla straordinaria quantità di informazioni che, quotidianamente, ciascuno di noi, più o meno consapevolmente, rilascia nella rete. Chi si dedica alla loro pesca miracolosa? Chi li elabora? Chi li processa? A chi possono tornare utili? A chi dannosi? Possono modificare scelte e comportamenti? È giusto preoccuparsi, oppure siamo di fronte a una nuova, grande opportunità scientifica? Grazie a modelli matematici basati sull’elaborazione di dati assistiamo al progresso degli studi sull’intelligenza artificiale e sulla robotica, con le applicazioni più diverse e affascinanti. Ecco allora lo spettacolo scritto da Laura Curino, con il contributo di un pool di docenti di META, il network di studiosi di tutti i Dipartimenti del Politecnico di Milano che si occupa di approfondire i risvolti etici e gli impatti sociali correlati agli sviluppi più innovativi della scienza e della tecnologia. 

BIGDATA. Marzorati, Curino (photo ©Masiar Pasquali)

Abita nel Big Data B&B (un grazioso bed and breakfast con uso di cucina) un gruppo di eclettici informatici, ciascuno esperto di una specifica branca del digitale. Questo ostello molto speciale è il pretesto per esaminare i diversi aspetti del problema con occhio laico, senza la pretesa di dare risposte, ma con l’obiettivo di suscitare domande. Luogo di trasformazioni alimentari ma anche alchemiche, la cucina della proprietaria è un’isola di comfort, cura e attenzione, dove si può ancora godere, nel breve spazio dei pasti, di calore e vicinanza. Tutti gli ospiti si fidano della loro padrona di casa e della sua sapienza nel preparare tisane ed intrugli “salutari”, eredità di un passato New Age, e non sospettano che lei frughi fra i loro files, indaghi sulle loro vite e sui loro progetti e si stia costruendo un’opinione personale “fai da te” sull’argomento, adoperando le loro stesse armi. Il gioco del teatro, da millenni, è lo spazio elettivo che una comunità sceglie per dibattere le proprie questioni forti, coinvolgendo, oltre ai pensieri, anche i sensi e le emozioni. Al Big data B&B, ci sono ancora camere… libere.

Mercoledì 1° dicembre, alle ore 17, nel Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2), Laura Curino incontra il pubblico per approfondire i temi dello spettacolo.
L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su www.piccoloteatro.org

Fonte: Ufficio stampa Piccolo Teatro di Milano