Lombardia: la Regione predispone il “Pacchetto Famiglia”: contributi straordinari per il sostegno alle famiglie – emergenza Covid 19

Foto di sathyatripodi da Pixabay

Dal 4 maggio la Regione Lombardia mette a disposizione contributi per aiutare le famiglie nel pagamento dei mutui per la prima casa e per l’acquisto di strumentazione didattica a distanza. Il bando si chiude alle ore 12 dell’11 maggio.

 

Con la misura “Pacchetto famiglia”, Regione Lombardia concede contributi straordinari per il pagamento del mutuo prima casa e per l’acquisto di strumentazione didattica per l’e-learning a favore delle famiglie che si trovano ad affrontare difficoltà economiche a seguito dell’emergenza Covid-19.

I contributi (non cumulabili tra di loro) riguardano:

  • Pagamento rata/e del mutuo prima casa: contributo fisso una tantum pari a 500€ a nucleo familiare;
  • Strumentazione didattica per l’e-learning: 80% delle spese sostenute fino ad un max di 500€ per l’acquisto di pc fisso/portatile/tablet. Si specifica che il contributo non è finalizzato all’acquisto di altri strumenti – es. stampante, microfoni, cellulari – mentre l’acquisto di due tablet è possibile solo con un unico documentocontabile (scontrino, ricevuta o fattura).

Possono inoltrare richiesta:

  • Lavoratori dipendenti con rapporto di lavoro subordinato/parasubordinato/rappresentanza commerciale/agenzia: riduzione almeno del 20% delle competenze lorde;
  • Liberi professionisti e lavoratori autonomi: riduzione media giornaliera del proprio fatturato superiore al 33%, in conseguenza della chiusura o della restrizione delle proprie attività per l’emergenza Coronavirus;
  • Morte di un componente del nucleo per Covid-19.

Per quanto riguarda i requisiti da possedere:

  • per contributi mutui prima casa: almeno un figlio a carico di età inferiore o uguale a 16 anni di età all’atto di presentazione della domanda;
  • per contributo e-learning: almeno un figlio a carico di età compresa tra i 6 e i 16 anni di età all’atto di presentazione della domanda

I richiedenti devone avere un ISEE minore o uguale a € 30.000.

  • Chi non ha l’attestazione ISEE 2020 e ha difficoltà a raggiungere un CAF, può presentare l’ISEE 2019 (con valore minore o uguale a € 30.000);
  • Chi non ha l’attestazione ISEE 2019 e ISEE 2020 può ugualmente presentare la domanda: la conclusione dell’istruttoria sarà condizionata alla presentazione dell’ISEE 2020 entro 90 giorni dalla domanda.

Le domande possono essere presentate esclusivamente ON LINE utilizzando la piattaforma regionale: www.bandi.servizirl.it, dalle ore 12 del 4 maggio fino alle ore 12 dell’11 maggio 2020.

Per accedere alla piattaforma e presentare la domanda occorre:

  • possedere il PIN della tessera sanitaria CRS/TS_CNS e scaricare il software per l’utilizzo della CRS/TS- CNS: https://bit.ly/softwarelispa)
  • avere uno SPID: https://www.spid.gov.it Utente/Password: per utenti già registrati alla piattaforma

Le domande saranno finanziate fino ad esaurimento delle risorse disponibili sulla base dell’ORDINE DI INVIO. E’ possibile registrarsi in anticipo sulla piattaforma senza attendere la data di apertura del bando.

Le informazioni sul bando e sugli adempimenti sono riportate sul sito internet della Regione Lombardia.