Villa Ada suona green e riduce del 40% l’impatto ambientale. Il Festival diventa sostenibile grazie ai partner Amico Bicchiere, Ecozona Iberian, Plastic Free Onlus, Coloriage e Dott Monopattini. Eliminate bottiglie e bicchieri di plastica monouso, nelle scorse edizioni pari a 28.000 e 70.000 unità, incentivato l’uso di monopattini.

Se la vicina Triora (a soli 6 km) è nota per le sue “streghe” arse vive nel periodo dell’Inquisizione, a Molini di Triora, luogo scelto da Liguria delle Arti per una serata itinerante, un tempo veniva macinato il grano per gran parte della Repubblica di Genova, grazie alla presenza di oltre venti mulini siti lungo i torrenti Capriolo ed Argentina.

Musica dal vivo nella suggestiva cornice del Parco Lago Nord di Paderno Dugnano. “Tango Absinthe”, il tango della diaspora di Paola Fernandez Dell’Erba e Hernàn Fassa. Cinema all’aperto, spettacoli di cabaret,…

Torinesi e turisti potranno concedersi momenti speciali e di relax in uno dei luoghi simbolo della città, i Musei Reali, e scoprire le tante attività all’aperto proposte nei rinnovati Giardini Reali, restituiti interamente al pubblico dopo una lunga chiusura.

La rassegna LA VOCE DELLA TERRA, iniziativa ideata e organizzata nei borghi della Valnerina dall’Associazione Visioninmusica, vedrà i consueti protagonisti scenografici di Scheggino, Sant’Anatolia di Narco e Spoleto, con l’aggiunta, in questa nuova edizione, di Castel San Felice e Vallo di Nera.

Per il programma “Ogni volta unica la fine del mondo”, l’estate al Piccolo propone “Dove sogna la mosca giravite”, un concept lacasadargilla che raccoglie tre racconti inediti in forma di melologo concertato per parole, musica e immagini.

Si chiude questa settimana l’intensa programmazione de Il Cinema in Piazza, la settima edizione della rassegna curata dall’Associazione Piccolo America che per quasi due mesi ha animato l’estate romana con grandi incontri e imperdibili proiezioni, guidando il suo pubblico alla scoperta della Settima Arte.

Luciano Passoni ripercorre il suo personale rapporto con Vitaliano Marchini, attraverso un viaggio, anche ideale, nei luoghi che hanno segnato la vita personale e professionale del grande scultore melegnanese che, insieme ad altri grandi artisti, è stato protagonista dell’arte lombarda del secolo scorso.