Milano: Il Premio “Ambasciatore delle terre di Puglia” l’11 novembre al Palazzo Marino

‘Milano e la Puglia. Economia circolare e innovazione, modelli di Eccellenze made in Italy’, è il titolo del convegno, quest’anno giunto alla XII edizione, che l’Associazione Pugliesi di Milano or- ganizza per affrontare gli snodi economici e sociali che hanno intessuto i complessi e benefici rap- porti tra i pugliesi qui immigrati dagli inizi del ‘900 ad oggi e il capoluogo e anche le restanti pro- vince lombarde. Si riconoscono e si premiano le eccellenze di Puglia con la consegna del titolo di “Ambasciatore delle terre di Puglia”, sabato 11 novembre 2017 in Sala Alessi di Palazzo Marino, in Piazza della Scala, dalle ore 16,30. I premiati dell’edizione 2017 sono il cantautore Rosalino Cel- lamare in arte Ron, la prestigiosa Fiera del Levante di Bari, una delle principali fiere italiane e del Mediterraneo, lo stilista e creatore di moda Angelo Inglese e l’accademico Orazio Svelto, fisico at- tivo nel campo della Fisica della Materia e della Fotonica. Ha sviluppato ricerche pionieristiche nel- la fisica dei laser a stato solido e in quella degli impulsi ultra brevi di luce laser. Il riconoscimento “Eccellenze di Puglia” va a Luciana Delle Donne, anima della cooperativa sociale ‘Made in carcere’, che offre un percorso formativo a detenute con lo scopo di un reinserimento nella società lavorativa e civile. La serata è condotta dalla giornalista televisiva e presentatrice Nicla Pastore. ‘Con questa iniziativa a cadenza annuale – chiarisce il responsabile eventi Giuseppe Selvaggi – l’Associazione Pugliesi promuove l’incontro e la conoscenza di persone, enti e istituzioni che per le loro notevoli competenze professionali e artistiche, unite a doti intellettuali, capacità organizzative, profonda umanità, attitudini relazionali nell’arte, nella musica, nello spettacolo, nell’economia – hanno valorizzato le culture e l’ingegno delle genti originarie delle Terre di Puglia, contribuendo a diffondere un’immagine positiva del Paese Italia oltre i confini nazionali.’ Il simbolo scelto per la manifestazione, il faro di S. Maria di Leuca, punta estrema e fine delle terre di Puglia (de finibus terrae), rappresenta questa valenza di termine e di visione espansiva per andare oltre, con coraggio, verso il mare aperto delle occasioni e delle genti. L’accesso è libero e gratuito fino a esaurimento dei posti.