Bologna: Nuovo Forno del Pane. 219 le risposte all’avviso pubblico per il progetto del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna post Coronavirus

Aldo Giannotti. Nuovo Forno del Pane 2020

Sono 219 le risposte pervenute all’avviso pubblico dell’Istituzione Bologna Musei per selezionare 12 artisti che lavoreranno nel centro di produzione che ridefinisce il ruolo e la funzione del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna nella comunità artistica.

 

Sono 219 le domande di partecipazione pervenute in risposta all’avviso pubblico dell’Istituzione Bologna Musei per individuare i 12 artisti che animeranno il Nuovo Forno del Pane, centro di produzione interdisciplinare che trasformerà gli spazi e la funzione della Sala delle Ciminiere del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna: non più spazio espositivo ma centro di produzione in cui l’arte diventa pane per la mente e il museo si trasforma in incubatore della creatività, luogo che Bologna offre ai suoi artisti per ripartire, per rinascere dopo l’emergenza pandemica planetaria legata al Covid-19.

La commissione presieduta da Lorenzo Balbi (Responsabile Area Arte Moderna e Contemporanea) esaminerà portfolio, lettere motivazionali e documentazioni pervenute entro la scadenza di ieri 16 giugno alle ore 12 per definire e comunicare da qui al 30 giugno la lista dei 12 prescelti che lavoreranno al museo da luglio a dicembre 2020 formando una comunità creativa unica nel panorama museale contemporaneo.

Esprime grande soddisfazione per il risultato in termini di partecipazione da parte dei creativi che operano a Bologna l’Assessore alla Cultura del Comune Matteo Lepore:
“L’alto numero di partecipanti all’avviso pubblico che abbiamo messo in campo per dare nuova vita a MAMbo, con il progetto Nuovo Forno del Pane, dimostra ancora una volta la presenza a Bologna di una comunità artistica numerosa e vivace. Vogliamo creare una vera e propria comunità, offrendo l’opportunità ad artisti, fotografi, designer, registi e creativi di utilizzare gli spazi di MAMbo.
Auguri un buon lavoro a Lorenzo Balbi e ai membri della Commissione che presiederà”.

Con Nuovo Forno del Pane il Comune di Bologna, l’Istituzione Bologna Musei e il MAMbo si sono mobilitati assumendo un ruolo di maggiore responsabilità sociale a sostegno di categorie particolarmente colpite dall’emergenza pandemica che nel museo hanno sempre visto un punto di riferimento con il quale confrontarsi nell’ambito delle loro pratiche.

Importanti partner hanno risposto positivamente al progetto: il Nuovo Forno del Pane si realizza grazie al supporto del main partner UniCredit e ai partner Gruppo Hera e Gruppo Unipol.

Fonte: Ufficio Stampa Istituzione Bologna Musei