Calabria: il Polo museale ha aderito alla “Biennale Arteinsieme”.

Scolacium

Il Polo museale della Calabria, diretto dalla dottoressa Antonella Cucciniello, ha aderito all’edizione straordinaria della Biennale Arteinsieme, promossa dal Museo Tattile Statale Omero, con i luoghi della cultura statali di propria competenza.

 

La Galleria nazionale di Cosenza ha deciso di fare di più e accogliere l’appello del Museo Tattile statale Omero e partecipare all’edizione speciale della Biennale Arteinsieme per testimoniare vicinanza e solidarietà alle persone con disabilità e per farle sentire parte integrante della comunità.
Da lunedì 27 aprile 2020, all’insegna degli hashtag #biennalearteinsieme e #laculturanondimenticanessuno, sui canali social della Galleria nazionale (Facebook, Instagram e Twitter), è stata avviata la nuova rubrica #PalazzoArnoneHistory che attraverso brevi pillole di storia, in forma scritta e audio, racconta le principali vicende legate a questo affascinante edificio, centro propulsore della cultura cosentina, sede della Galleria nazionale di Cosenza e del Polo museale della Calabria.
L’interessante rubrica #PalazzoArnoneHistory è a cura dell’intraprendente dottoressa Camilla Brivio,  funzionario in forza al Polo museale della Calabria.

Il Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia accoglie l’iniziativa del Museo Tattile Statale Omero per testimoniare vicinanza e solidarietà alle persone disabili facendole sentire parte integrante della nostra comunità pubblicando, all’insegna degli hastag #biennalearteinsieme e #laculturanondimenticanessuno, un video di presentazione dell’importante busto femminile in basalto nero (databile ad età Claudia, 41-54 d.C.), rientrato al Museo “Vito Capialbi” dopo il prestito al “Princeton University Art Museum”, con spiegazione audio e sottotitoli.
Oltre alla descrizione del busto il video contiene, nella stessa forma, la frase:  Vicini alle persone con disabilità noi del Museo Archeologico Nazionale Vito Capialbi di Vibo Valentia ci siamo. Torneremo insieme a condividere la gioia della bellezza e il piacere della scoperta del nostro patrimonio culturale.

Il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, ha aderito, con entusiasmo, all’edizione straordinaria della Biennale Arteinsieme, promossa dal Museo Tattile Statale Omero.
L’edizione straordinaria verte sul tema cultura e culture senza barriere; quanto mai opportuna in un periodo, come quello attuale, che mette a dura prova soprattutto le persone più fragili ed in particolare quelle condisabilità.
L’appello lanciato dalla Biennale Arteinsieme ai musei e ai luoghi della cultura italiana per partecipare all’iniziativa volta a testimoniare vicinanza e solidarietà alle persone disabili e per farle sentire parte integrante della nostra comunità è stato accolto dal Museo della Sibaritide che ha proposto alcuni momenti di iniziative realizzate dai Servizi Educativi del Museo con associazioni delle persone con disabilità ricadenti nel territorio dell’antica Sybaris.
Questo è il messaggio che parte dal Museo della Sibaritide: “Vicini alle persone con disabilità. Noi del  Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide di Cassano all’Ionio (Cosenza) ci siamo. Torneremo insieme a condividere la gioia della bellezza e il piacere della scoperta del nostro patrimonio culturale”, all’insegna degli hashtag #biennalearteinsieme e #laculturanondimenticanessuno”.
Il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide si conferma, così, ancora una volta sensibile e attento nei confronti delle persone meno fortunate.

Il Museo archeologico nazionale di Scolacium, già impegnato in visite “virtuali” di alcune sezioni della sua collezione, promuove sui  canali social eventi a forte contenuto di accessibilità.​
Il primo imperdibile appuntamento è con il ciclo statuario del museo.

Fonte: Polo museale della Calabria