Bologna: “Gallery to Gallery”. Sei galleristi uniti per offrire una nuova modalità di visita guidata.

Un progetto collaborativo che invita a prenotarsi per una staffetta non prevedibile in giro per gli spazi espositivi coinvolti nel progetto: sai dove parti ma non dove arrivi.

 

“E’ un invito all’azione per incoraggiare le persone a riattivare lo sguardo e guardare l’arte dal vivo in un periodo di totale allontanamento dall’esperienza fisica e di fruizione degli spazi espositivi, è un invito a consumare l’arte attivamente e a tornare a vivere la galleria come luogo di scambio culturale. Questo progetto di collaborazione si è sviluppato dall’idea di celebrare l’esperienza dal vivo e segna anche la riapertura delle rispettive attività espositive dopo più di due mesi di chiusura. Sebbene difficile questo è il momento per sottolineare la nostra presenza in città, le basi della nostra professione e l’impegno verso la comunità. Da anni supportiamo i nostri artisti attraverso la diffusione e la promozione di progetti sempre più ambiziosi, contribuendo in maniera costante alla scena culturale nazionale e internazionale. Il sistema arte fatto di tantissimi attori – curatori, assistenti di galleria, allestitori, consulenti, uffici stampa – è in una situazione di estrema fragilità, e per questo il mercato è oggi più che mai indispensabile per la sopravvivenza degli artisti, il supporto alla produzione e l’intero sistema”  (I galleristi)

GALLERY TO GALLERY è una modalità di visita guidata che coinvolge sei gallerie della città di Bologna. Un progetto collaborativo che invita a prenotarsi per una staffetta non prevedibile in giro per gli spazi espositivi coinvolti nel progetto: sai dove parti ma non dove arrivi. Il percorso digitale verrà costruito rispettando il tempo a disposizione del fruitore e verrà condiviso una volta arrivati nella galleria di partenza.

Le galleria coinvolte nella staffetta sono accomunate da un comune sentire e dalla volontà di fare rete in un momento così difficile per l’intero sistema culturale: portare la bellezza nei momenti difficili è necessario e lo è ancora di più sostenere gli artisti e tutto il meraviglioso ecosistema del contemporaneo così fragile allo stato attuale. Con questa iniziativa gli attori coinvolti fanno fronte comune per la promozione e il supporto dei reciproci programmi e spazi espositivi.

L’identità visiva del progetto, a cura del graphic designer Gabriele Colia, diventa interfaccia dell’esperienza di GALLERY TO GALLERY innescando una dinamica di partecipazione e relazione.

Per prenotare una visita guidata e richiedere informazioni alla galleria di riferimento:

Fonte: OTTO Gallery