San Giuliano Milanese: approvata la Variante Generale al PGT. Prende forma la San Giuliano del futuro.

 Attrattività e rigenerazione urbana, sostenibilità e valorizzazione delle risorse naturali, servizi e spazio pubblico per ricucire la città.
Questi i punti salienti con cui il Sindaco riassume la variante.

 

Nella seduta di mercoledì 1 luglio, il Consiglio Comunale ha approvato, con i voti della maggioranza, l’adozione della Variante Generale n.1 al Piano di Governo del Territorio (PGT) presentata dalla Giunta.
Dopo il pronunciamento favorevole dell’assemblea, la documentazione verrà depositata in Comune per 30 giorni al termine dei quali scatterà la possibilità, per tutti coloro che sono interessati, di formulare osservazioni e farle pervenire in Municipio entro i successivi 30 giorni.

La Variante traduce in pratica gli orientamenti programmatici voluti dall’Amministrazione Comunale e contribuisce a delineare un’idea innovativa di città, del suo sviluppo, della sua gestione e della conseguente pianificazione urbanistica che ne deriva. Da questi assunti base, il nuovo PGT dovrà contenere le nuove politiche attive di sviluppo della città ed essere capace di guardare al futuro e interpretare al meglio i mutamenti socio economici che caratterizzeranno la San Giuliano da qui al 2030.

Nel concreto, ecco i numeri salienti della Variante Generale del PGT:

– 41% di riduzione del consumo di suolo ben oltre i limiti previsti dalla norma regionale, riducendo al 29,34% il suolo effettivamente urbanizzato e urbanizzabile;
– bilancio ecologico dei suoli pari a – 91.000 mq che rappresenta “la differenza tra la superficie agricola che viene trasformata per la prima volta e la superficie urbanizzata e urbanizzabile che viene contestualmente ridestinata a superficie agricola”;
– zero nuove grandi strutture di vendita nel territorio comunale;
– incremento delle dotazioni dei servizi procapite: si passa da 47,7 mq/abitante a 51,8 mq/abitante;
– incremento delle aree per servizi delle nuove trasformazioni residenziali: da 18 mq/abitante a 25 mq/abitante;
– innalzamento aree per servizi e quindi per la Città pubblica: dal 1.752.000 mq dell’attuale PGT ai 2.201.400 mq;
– riduzione del consumo di suolo;
– maggior efficienza energetica per il costruito, riducendo così le emissioni in atmosfera di C02;
– piano di mobilità ciclabile per l’intero territorio che conduce ai punti più importanti della Città, alle frazioni;
– introduzione dell’invarianza idraulica che consente l’uso di spazi verdi per la percolazione delle acque, riducendo ancor di più il consumo di suolo.

Commenta il Sindaco, Marco Segala: “Dopo quasi 24 mesi di lavoro intenso, al termine di una seduta lunga e impegnativa, il Consiglio Comunale ha adottato la Variante Generale del Piano del Governo del Territorio (PGT), che definisce con contorni ancora più nitidi la San Giuliano del 2030.

Questo è l’atto programmatorio principe di una Amministrazione Comunale perché pianifica e incide su diverse attività, parimenti importanti: – Urbanistiche; – Edilizie; – Economiche; – Sociali.
La Variante generale si pone quindi nel pieno rispetto dei tre assi strategici già noti, ovvero:

  • Attrattività e rigenerazione urbana
  • Sostenibilità e valorizzazione delle risorse naturali
  • Servizi e spazio pubblico per ricucire la città.

E’ un atto di rilancio per le imprese e le industrie che insistono sul nostro territorio. E’ un atto di sostegno nei confronti delle piccole e medie strutture di vendita e quindi del Commercio di Vicinato. Da notare che è la prima volta che uno strumento di pianificazione urbanistica non prevede la realizzazione di nuove grandi strutture di vendita.

Inoltre, è un atto di rilancio per le famiglie e i cittadini, in quanto si richiede una maggior qualità per i nuovi interventi urbanistici con un aumento degli standard per la socialità delle persone; in questi mesi, infatti, tutti noi ci siamo resi conto di quanto siano importanti gli spazi pubblici per l’ aggregazione.
Per questo, la San Giuliano Milanese del 2030 – che trova il suo disegno complessivo nel Documento di Piano – sarà caratterizzata da maggiori spazi pubblici e nuovi servizi che integrano la propria offerta con quella del più ampio contesto territoriale e dei Comuni limitrofi.

San Giuliano si è rimessa in movimento e contiamo, nell’ ultima parte del nostro mandato, di dare una forte accelerazione a tutti gli elementi di cambiamento e di innovazione che possano contribuire a rendere la nostra città un punto di riferimento nell’ambito dell’intero territorio del Sud Milano”.

Fonte: Servizio Relazioni Esterne – Comune di San Giuliano Milanese