Melegnano: Stradine strette e corte nel centro storico. Una barriera naturale che offre sicurezza ai pedoni? Sembra proprio di no.

Melegnano - Via Castelliini, adiacente al luogo dell'incidente.

Un’auto sbanda e travolge tre ragazzini che mangiano tranquillamente il gelato sul marciapiede. Il problema sicurezza stradale al centro di una proposta della FIAB.

 

Melegnano è una cittadina alle porte del capoluogo lombardo. Una città ricca di storia, passata ma anche recente, dove la centralità assunta durante il periodo medievale è proseguita anche durante quello industriale e del boom economico, perché sede di importanti gruppi industriali. La caratteristica della città è quella di avere un territorio alquanto limitato, con un centro abitato piuttosto concentrato. Nonostante la chiusura dei grossi impianti industriali, Melegnano conserva ancora un’importanza strategica nel tessuto economico del milanese, coniugando felicemente le attività economiche presenti sul piccolo territorio con la sua identità fortemente rappresentata dal centro storico, che mantiene caratteristiche urbanistiche proprie delle città storiche.
In sostanza, almeno il centro storico è privo di grandi arterie stradali, e quindi possiamo dire che si tratta di una realtà piuttosto sicura dal punto di vista della sicurezza stradale. Le stradine strette certamente non favoriscono la velocità. 

Eppure in una domenica di fine luglio un’auto sbanda e travolge, fortunatamente non in modo grave, tre ragazzini. La stradina è strettissima e molto corta. Come ha fatto quindi il guidatore, che molto elegantemente si è eclissato dopo l’incidente per essere solo successivamente identificato e denunciato dalle forze dell’ordine per omissione di soccorso, a sbandare e salire con l’auto sul marciapiede?. Semplice, la velocità! 

Velocità che, se è pericolosa nelle strade più larghe e nelle grandi arterie, nelle stradine lo è ancora di più.

Anche perché nessuno si aspetta che in una stradina stretta e lunga una decina di metri qualcuno possa perdere il controllo dell’auto a causa della velocità e finire per travolgere tre ragazzini che gustavano tranquillamente un gelato al sicuro sul marciapiede. 

Il problema che ci si deve porre è, a questo punto, come rendere più sicure le stradine di un centro storico, e far si che le persone non abbiamo a temere per la propria incolumità in spazi angusti anche di pochi metri quadri.

La risposta arriva dell’associazione FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che ha proposto la chiusura al traffico di stradine come quella dove si è verificato l’incidente, almeno durante il periodo della movida.

A seguire, il comunicato emesso dalla FIAB Melegnano.