San Giuliano Milanese: per una efficace lotta alla povertà verrà istituita una Cabina di Regia composta da rappresentanti dell’Ente e del volontariato.

San Giuliano Milanese: la Torre di Piazza della Vittoria che ospita il Centro Ascolto della Caritas cittadina.

Dopo la proficua collaborazione con il Terzo Settore durante l’emergenza Covid-19, il Comune istituisce una Cabina di Regia per coordinare gli interventi di sostegno sociale nella lotta alla povertà. Negli ultimi mesi è cresciuto il numero delle famiglie bisognose di aiuto.

 

Il Comune di San Giuliano Milanese rafforza la cooperazione con le associazione volontarie del terzo settore: e’ questo l’obiettivo dello schema di Protocollo di intesa, approvato dalla Giunta con la Delibera n. 148 del 4 agosto 2020, che vedrà coinvolte la Croce Rossa Italiana (Comitato di San Donato), l’Associazione Banco di Solidarietà “Silvano Leotta&Antonio Bigoni Onlus” e la Caritas cittadina, già protagoniste sul territorio durante l’emergenza Covid-19.

Proprio la proficua collaborazione già sperimentata con i tre sodalizi nel recente passato e il sensibile incremento delle famiglie che dopo l’emergenza sanitaria hanno manifestato il proprio bisogno di aiuto e la necessità di un sostegno economico, hanno spinto l’Amministrazione Comunale – primo Comune della rispettiva zona omogenea della Città Metropolitana – a sottoscrivere un protocollo comune per condividere, programmare e realizzare nel tempo interventi di sostegno sociale e materiale a favore delle persone e delle famiglie più fragili e vulnerabili.

Verrà istituita a riguardo una Cabina di Regia, composta da rappresentanti dell’Ente e dei soggetti coinvolti, che avrà le seguenti funzioni:

  • Monitoraggio dei bisogni del territorio che emergono nei diversi osservatori cittadini;
  • Creazione di linee guida condivise per le attività di supporto alle persone e alle famiglie in condizioni di fragilità economica e sociale;
  • Promozione di eventuali progettualità/iniziative a favore della cittadinanza.

Commentano il Sindaco, Marco Segala, e l’Assessore ai Servizi Sociali, Vito Nicolai: “Gli effetti negativi dell’emergenza Covid-19 non si sono limitati solamente all’aspetto sanitario ma si ripercuotono anche sulle condizioni sociali ed economiche delle famiglie che vivono già situazioni di forte crisi. Il nostro è un territorio dove è già abitualmente alta la domanda di assistenza e supporto, sensibilmente aumentata nel periodo più drammatico dell’emergenza. Ad essi vanno aggiunti i casi già in carico all’Ente, la cui situazione si è nel frattempo aggravata. Ora, dati alla mano, sono circa 800 i nuclei famigliari che, privi di alcun sostegno, non riusciranno ad andare avanti. E’ a loro, a chi non ha più un lavoro, a chi la cassa integrazione non basta più e a chi non sa se sarà prorogata che vogliamo rivolgerci: a coloro che vivono nell’incertezza del domani speriamo arrivi forte e chiaro il messaggio che il Comune e il volontariato sociale – che è un vanto della nostra comunità – cercheranno con ogni mezzo di individuare azioni, percorsi e soluzioni idonee ad aiutare in modo concreto chi vive nel disagio. Essere riusciti, nel giro di pochissime settimane, a concludere un percorso così sfidante, con soggetti ed organizzazione di primaria importanza e autorevolezza ci rende particolarmente orgogliosi. Sappiamo che altre Amministrazioni Comunali stanno guardando a questo nostro protocollo con l’intento di farlo proprio; siamo davvero soddisfatti.
Nel concreto, invece, questa collaborazione consentirà percorsi più efficaci di presa in carico dei cittadini bisognosi, garantendo quindi una maggior tempestività degli interventi. Ringraziamo Caritas, Croce Rossa Italiana (Comitato di San Donato) e Banco di Solidarietà per averci creduto e aver collaborato proficuamente con la nostra Amministrazione. Oggi, non è certo un punto di arrivo, ma un punto di partenza per nuove sfide che dovranno essere affrontate insieme.”

Fonte: Servizio Relazioni Esterne – Comune di San Giuliano Milanese