Cortina d’Ampezzo (BL): le Dolomiti come non le avete mai viste. Arte e creatività in quota.

Dolomites Project (crediti Olivo Barbieri)

Il prossimo​5 settembre gran finale con il​ finissage​ dell’esposizione, un​ workshop con Denis Curti​ e Olivo Barbieri rivolto a tutti gli appassionati di fotografia.

 

Cortina d’Ampezzo, 17 agosto 2020_ Si sale per vedere lontano, per rinfrescare la mente e cambiare prospettiva. A 2.778 metri di altitudine, si sa, l’aria è più pura e le idee sono migliori. Non è un caso che proprio qui sorga il Lagazuoi EXPO Dolomiti – la galleria espositiva all’arrivo dell’omonima funivia – fucina di arte e innovazione.

Dolomites Project (crediti Olivo Barbieri)

Il 21 agosto, in occasione del TEDxCortina, il polo culturale ha deciso di offrire ai partecipanti l’opportunità di visitare la mostra dedicata a Olivo Barbieri, uno dei maestri della fotografia site specific, vincitore della prima edizione del Lagazuoi Photo Award. Tra un talk e l’altro, i visitatori potranno quindi ammirare gli scatti del fotografo, riuniti nel lavoro monografico Dolomites Project 2010: una serie di fotografie e un video, caratterizzati dallo stesso efficace uso della profondità di campo. Nel video, della durata di 12 minuti, immagini potenti e suggestive si rincorrono in una narrazione suggestiva e approfondita dell’opera di Barbieri, senza testi di accompagnamento o parole, per lasciare lo spettatore libero di far fluire i propri pensieri al seguito delle immagini.

Il tema di TEDxCortina 2020 è “Emergenze“: un concetto che racchiude in sé quelli di venire alla luce, dinamismo, responsabilità, possibilità di cambiamento attraverso la consapevolezza e la comunicazione. Sono le stesse priorità e gli stessi valori ricercati ed identificati dal Lagazuoi Photo Award, che in un contesto puramente iconografico punta a rivoluzionare lo sguardo sulla montagna.

Dolomites Project (crediti Olivo Barbieri)

E così le Dolomiti immortalate da Olivo Barbieri appaiono lontane dai codici espressivi da cartolina. Si trasformano e si rivelano al pubblico in una prospettiva radicalmente differente, lontana da una dimensione puramente documentaria.

Proprio la sua scelta di un linguaggio visivo avvincente sia sul piano estetico che contenutistico ha conquistato la giuria presieduta da Denis Curti – tra i più importanti curatori a livello europeo – e composta da Mario Calabresi, Nathalie Herschdorfer, Andréa Holzherr, Susanna Tamaro e Stefano Illing.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 10 settembre. In occasione del finissage – il 5 settembre – è stato lanciato un workshop rivolto a tutti gli appassionati di fotografia. In veste di​ docente,​ Denis Curti, ideatore e coordinatore ​del​ Lagazuoi ​Photo Award, ​direttore artistico della Casa dei Tre​ Oci​di Venezia​e noto curatore a livello europeo.

Denis Curti

Lagazuoi​ Landscape ​Photographic​ Marathon ​è​ una ​giornata​ dedicata alla ​fotografia di paesaggio in alta quota, da vivere in un luogo unico come i​l ​polo espositivo del ​Lagazuoi​ EXPO Dolomiti, a 2278 metri di altitudine.​​

Olivo Barbieri

La giornata rispecchia i​l sogno di ogni fotografo​ paesaggista. L’appuntamento è alle 9.30 alla stazione di valle del Passo Falzarego per entrare nel cuore delle Dolomiti da una delle porte ​principali, la funivia​ Lagazuoi, ​per​ trascorrere ​una giornata ​dedicata ad allenare lo sguardo e la capacità di raccontare per immagini. Ad una prima parte teorica, dopo un pranzo al sacco e macchina al collo, seguirà una pratica all’aperto. La foto migliore, premiata da una giuria composta da ​Denis Curti, Olivo Barbieri, e Stefano I​lling, sarà esposta nella lobby ​del ​Lagazuoi​ EXPO​ per un anno intero.​

Fonte: Ufficio Stampa DOC-COM