Bologna: “Vanishing”, mostra fotografica di Luigi Vigliotti allo Studio Cenacchi.

Studio Cenacchi - Lugi Vigliotti, Palmira. Polaroid 669 type, 2xxx. cm 10 x 8

Oltre 50 fotografie analogiche realizzate con Polaroid trasferite su carta da acquerello, legno, metallo attraverso processi di transfer e distacchi di emulsione (peeling),  mescolati a tecniche di scratching.

Sabato 26 settembre 2020 alle 16.00 inaugura presso gli spazi dello Studio Cenacchi nel cuore di Bologna, la mostra “Vanishing” con oltre 50 fotografie polaroid di Luigi Vigliotti. L’esposizione, a cura di Jacopo Cenacchi e che si avvale del testo critico del Saggista Fausto Raschiatore, proseguirà fino al 24 ottobre 2020.

Partendo da fotografie analogiche scattate nel corso di viaggi effettuati in tutti i continenti, Luigi Vigliotti, abruzzese di nascita ed emiliano di adozione, ha realizzato Polaroid su carta da acquerello, legno, metallo attraverso processi di trasferimento di immagine (transfer) e distacchi di emulsione (peeling), mescolati a tecniche di scratching simili a quelle utilizzate nel graffitismo e nell’action painting (VANISHING IMAGES). Seguendo la passione per le miniature, le incisioni antiche e le opere grafiche ha trovato una fonte inesauribile di ispirazione nell’elaborazione di materiali Polaroid esplorando percorsi non convenzionali del linguaggio fotografico.

Studio Cenacchi – Luigi Vigliotti, Chiesa del Redentore, Ani. Polaroid 669 type, 2010, cm 10 x 8

La scomparsa del marchio Polaroid (VANISHING FILM), aggiunge una nota struggente a queste immagini, in cui “soggetti e materiali sembrano destinati a guardare al loro passato per proiettarsi nel futuro”. Le sue immagini trasferiscono, in modo efficace e incisivo, i contenuti dei contesti osservati ed esplorati. In esse la realtà è traslata in una rappresentazione visuale che evidenzia l’intimo dei frammenti descritti, l’essenza delle sensibilità e delle specificità delle genti e dei luoghi. E’ un percorso espressivo con una forte connotazione culturale quello realizzato da Vigliotti attraverso la rivisitazione del suo archivio analogico, che permette al fruitore di vivere e all’autore di rivivere tempi e comportamenti di esperienze importanti nell’ambito di uno studio articolato in termini descrittivo-concettuali e quindi avere la possibilità di ascoltare voci, sentire storie, confrontarsi con una realtà particolare, tentare di immedesimarsi nelle atmosfere di popoli e culture ormai dimenticate (VANISHING CULTURES). E questo su piani linguistico-narrativi diversi.

Attraverso il processo di trasferimento delle immagini l’autore cattura un’esperienza, mette i ricordi in forma fisica, una rappresentazione di ciò che ha vissuto al momento dello scatto, un modo per ritornare nei luoghi visitati, incontrare di nuovo le genti conosciute, rivivere le stesse incognite che il viaggio gli aveva offerto.

Studio Cenacchi – Luigi Vigliotti, Sposa berbera. Polaroid 669 type, 1998, cm 8x 10

Luigi Vigliotti è nato a L’Aquila, attualmente vive a Bologna. Appassionato viaggiatore ha coniugato la propria formazione professionale di geologo con interessi Etnografici e Archeologici su cui ha concentrato la sua ricerca fotografica.
Interessato alle possibilità “interpretative” della fotografia ha rivisitato le immagini analogiche attraverso l’utilizzo di pellicole a sviluppo immediato (Polaroid) combinando le note tecniche di manipolazione (Image Transfer/Peeling) con fasi sperimentali originali. Seguendo la passione per le miniature, le incisioni antiche e le opere grafiche ha trovato una fonte inesauribile di ispirazione nell’elaborazione di materiali Polaroid esplorando percorsi non convenzionali del linguaggio fotografico con consensi e riconoscimenti dalla critica e dal pubblico. Ha esposto in personali e collettive in Italia e all’estero e una delle sue elaborazioni ha fatto parte anche della Collezione Polaroid negli Stati Uniti.

La galleria d’arte Studio Cenacchi nasce nel 2016 dalla ricerca e passione di Jacopo Cenacchi per l’arte contemporanea.
Lo spazio espositivo, di 160 mq, si sviluppa su tre piani di Palazzo Ghiselli Vasselli, edificio del Cinquecento situato in Via Santo Stefano 63, nel centro di Bologna.
Studio Cenacchi mantiene un rapporto diretto con gli artisti, ricercando scrupolosamente la qualità delle opere proposte. Vengono rappresentati artisti storicizzati e contemporanei, italiani e di altre nazionalità, senza distinzione di medium.
Lo Studio fornisce un attento servizio di consulenza per l’acquisto di opere d’arte ed effettua sopralluoghi presso i domicili dei clienti, per realizzare progetti volti alla collocazione delle opere d’arte negli ambienti abitativi e di lavoro.

Fonte: Studio Cenacchi – Testo di Fausto Raschiatore