Milano: gli Eventi per bambini dello Spazio Teatro 89 presentano lo spettacolo “Mappe”, alla scoperta delle proprie emozioni.

In programma il secondo appuntamento della rassegna “Teatro Piccolissimo… e non solo”.
“Mappe” è uno spettacolo di animazione che aiuta i bambini ad orientarsi nella “geografia dei sentimenti”,  alla scoperta di sé, del proprio corpo e delle proprie emozioni.

È uno spettacolo che aiuta i bambini dai due ai sei anni di età ad orientarsi nella “geografia dei sentimenti” il secondo appuntamento della nuova stagione di “Teatro Piccolissimo… e non solo”, la rassegna dello Spazio Teatro 89 dedicata all’infanzia: “Mappe”, in programma domenica 11 ottobre nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 (ore 11; ingresso 8 euro) e portato in scena dalla compagnia Teatro Telaio, è uno spettacolo che gioca con il coinvolgimento del pubblico alla scoperta di sé, del proprio corpo e delle proprie emozioni. 

E se una mattina, arrivati a scuola, scoprissimo che in un angolo della nostra stanza giace addormentata un’enorme lumaca? Come fare a svegliarla? Forse con una foglia, con un po’ d’insalata. E se un bambino avrà il coraggio di farlo, ecco che lei, lenta e gentile, ci presenterà la sua famiglia chiassosa e scombinata, ci farà vivere le avventure di ogni giornata, fatta di emozioni leggere e suoni di campanelli. Ci accompagnerà alla scoperta del suo tesoro e ci aiuterà a trovare il nostro, di tesoro. «Qual è il mio tesoro, qual è il vostro? Se io ti faccio vedere il mio tesoro, tu mi disegni un pezzo del tuo?».

Sì, perché dentro ognuno di noi si nasconde un tesoro, dobbiamo solo imparare a costruirne la mappa per poi giocare a trovarlo insieme. Costruisco una mappa per capirmi, un’altra per trovarmi, una terza per raccontarmi. E, ancora, una mappa della mia famiglia, una della mia giornata, una dei miei affetti e una dei miei difetti … perché io sono tutto questo ed anche di più. Invento una nuova disciplina: la geografia dei sentimenti.

“Mappe” è uno spettacolo di animazione dedicato a tutti i bambini portatori sani di tesori nascosti, a tutti i bambini che hanno il coraggio di affrontare un’enorme chiocciola armati di una sola foglia d’insalata tra le mani, a tutti i bambini che hanno ancora voglia di giocare con un fischietto rotto, una barchetta di carta, sassi rotondi e foglie dalle forme strane.

Fonte: Ufficio stampa Spazio Teatro 89 – Andrea Conta