Maccarese, Fiumicino (RM): “THE GIANT IS BACK!”. Il saxofono più grande del mondo torna al Museo del Saxofono.

In concerto il sax gigante “Guinness World Record”, ma anche alcuni tra gli strumenti musicali più rari, inusuali e bizzarri mai costruiti.

Il sub-contrabasso J’Elle Stainer, il più grande saxofono del mondo vincitore del Guinness World Records, torna al Museo del Saxofono di Fiumicino per un evento eccezionale! Sabato 17 ottobre, alle ore 21:00 è infatti in programma “The giant is back!”, un concerto che è anche una ghiotta occasione per ammirare ed ascoltare dal vivo uno strumento che, con i suoi 3mt di altezza ed oltre 30kg di peso, può definirsi come il brontosauro dei saxofoni. A suonarlo sarà proprio il direttore del Museo, Attilio Berni, il più grande collezionista di sax al mondo, insieme al Saxophobia Ensemble composto da Alessandro Crispolti al pianoforte, Alfredo Romeo alla batteria e Christian Antinozzi al contrabbasso. Assistente di palco nel cambio dei vari saxofoni che Berni suonerà oltre al “gigante”, sarà Sergio Stramacci.

The giant is back

Il saxofono sub-contrabasso è un modello di saxofono che Adolphe Sax disegnò e progettò ma non realizzò mai. Si tratta di un prototipo assoluto, frutto del genio dell’artigiano brasiliano Joao Luiz da Rocha e di proprietà di Gilberto Lopes, un pezzo unico interamente costruito a mano per realizzare il quale, tra progettazione e costruzione, sono stati necessari quattro anni di lavoro. Il tubo del corpo sviluppa una lunghezza complessiva di oltre 6 metri ed ovviamente possiede un suono decisamente scuro e cavernoso tanto che il suono più grave, il Lab grave (Ab0), rasenta la soglia minima di udibilità: 25,9Hz!

Durante il concerto, oltre al sub-contrabbasso, il pubblico potrà ascoltare ed ammirare alcuni tra gli strumenti musicali più rari, inusuali e bizzarri mai costruiti: dal piccolissimo sax soprillo di soli 32cm al sax tenore diritto L.A.Sax, dal sax tenore con due campane al mitico Conn O-Sax, dal Goofus Sax di Adrian Rollini ai saxofoni a coulisse, dagli strumenti appartenuti all’inventore dello strumento Adolphe Sax al Grafton Plastic di Charlie Parker e molti altri ancora…

Una serata speciale che si conforma come una sorta di viaggio nelle straordinarie metamorfosi del saxofono. Un concerto-evento nel quale Attilio Berni rende omaggio all’inventore belga dello strumento Monsieur Adolphe Sax ed ai grandi esecutori che hanno abbracciato lo strumento e, sfidando il tempo, ridà vita alle passioni ed alle emozioni da sempre soffiate dentro al più misterioso dei tubi…

Gli eventi, gestiti ed organizzati dal Museo del Saxofono nel pieno rispetto di tutte le normative anti-covid prevedono un ingresso contingentato con prenotazione obbligatoria. Prevendita sul sito liveticket o chiamando i numeri +39 06 61697862 – +39 347 5374953.

Fonte: Ufficio stampa Elisabetta Castiglioni