San Giuliano Milanese: Sistema di sorveglianza integrato pubblico/privato e unità cinofile per rendere più sicura la città.

Il presidio del territorio e il controllo antidroga passa per due nuovi provvedimenti che l’Amministrazione Comunale mette in campo, grazie anche al potenziamento della centrale Operativa del Comando di Polizia Locale che li rende possibili.

“Unire le forze per potenziare la sicurezza sul territorio: è questo il filo conduttore che lega i due provvedimenti”, dichiarano congiuntamente il Sindaco Marco Segala e l’Assessore alla Sicurezza Daniele Castelgrande, riguardo alle due nuove iniziative promosse dall’Assessorato alla Sicurezza e alla Polizia Locale, con le quali l’Amministrazione Comunale dà una forte spinta al potenziamento del controllo del territorio.

Grazie agli importanti investimenti sostenuti nell’ammodernamento della Centrale Operativa del Comando di Polizia Locale e nel rinnovamento dell’infrastruttura fisica della videosorveglianza, sarà presto possibile “ospitare” le telecamere dei sangiulianesi all’interno della Centrale Operativa della Polizia Locale.

La Giunta Comunale ha approvato un bando permanente per la sottoscrizione di un protocollo di intesa (valido per cinque anni) con cui i privati che dispongono sul territorio comunale di sistemi di videosorveglianza, potranno sottoporre a controllo aree pubbliche o aperte all’uso pubblico limitrofe ai propri immobili e collegare le proprie telecamere al sistema di videosorveglianza comunale.

Le immagini registrate dai privati, nel rispetto della normativa sulla privacy e del regolamento comunale sulla video sorveglianza, saranno a disposizione del Comando della Polizia Locale e degli organi di Polizia, che, grazie ad una completa mappatura delle aree pubbliche potranno individuare, con maggiore efficacia e celerità, gli autori dei reati.

Le spese per l’acquisto e per l’installazione delle telecamere, oggetto del protocollo, sarà a carico dei privati, previa valutazione del Comando di Polizia Locale che esaminerà gli aspetti più tecnici dell’impianto (posizione, modalità di collegamento, compatibilità con il sistema di videosorveglianza comunale). In conformità al regolamento sulla videosorveglianza , le telecamere dovranno essere segnalate con appositi cartelli.

Il modulo per sottoscrivere il protocollo e tutte le informazioni per partecipare al bando saranno presto disponibili sul sito istituzionale dell’ente.

Il secondo provvedimento che contribuirà a garantire un maggiore controllo delle strade è l’accordo con il Comune di Spirano per un temporaneo potenziamento del personale e l’utilizzo di unità cinofile antidroga a supporto del servizio di Polizia Locale di San Giuliano. I frequenti casi di spaccio registrati dalla cronaca locale hanno, infatti, reso necessario un maggiore investimento per incrementare le professionalità e favorire azioni mirate che consentano un adeguato presidio sul territorio.

“La prima iniziativa, pressochè unica nel panorama lombardo, – spiegano i due amministratori – si propone di realizzare un grande sistema di telecamere pubbliche e private, che consentirà di monitorare l’intero territorio comunale e di contrastare in maniera più efficace e tempestiva i fenomeni di criminalità. Le centinaia di telecamere che potranno essere collegate alla Centrale della Polizia e l’inserimento delle unità cinofile, il controllo di vicinato, il sistema di allertamento 1Safe, la maggiore incisività dell’operato del Corpo di Polizia Locale e la stretta sinergia con l’Arma dei Carabinieri, consentiranno di realizzare un vero e proprio sistema integrato di sicurezza in grado di scoraggiare i malviventi; e – concludono – di rendere San Giuliano una Città più sicura, una città in cui vivere senza paure”.

Fonte: Servizio Relazioni Esterne – Comune San Giuliano Milanese