San Giuliano Milanese: un dono “Green” per gli studenti della città. In arrivo 2.800 borracce d’alluminio nelle scuole.

Il progetto, promosso dall’Amministrazione Comunale, è stato finanziato interamente da Ates, società in house specializzata nella gestione di impianti termici e di pubblica illuminazione, da sempre impegnata in prima linea in progetti ecosostenibili.

“Anche se in questo momento gli occhi del mondo sono puntati sull’emergenza Covid, abbiamo voluto riportare l’attenzione su un tema che per la nostra Amministrazione si è sempre tradotto in un impegno concreto. Ringraziamo il dottor Ugo Zanello, Amministratore Unico di Ates, per l’entusiasmo e per la disponibilità con cui ha accolto il nostro invito a partecipare al progetto. Riteniamo infatti che la collaborazione tra istituzioni e imprese che si confrontano quotidianamente con le tematiche ambientali sia fondamentale nel diffondere nelle nuove generazioni conoscenze, ma soprattutto buone abitudini, perché sono proprio queste a fare la differenza, rendendo i giovani più consapevoli e responsabili di fronte ad un problema, quale il cambiamento climatico che ci tocca sempre più da vicino. L’utilizzo della borraccia di alluminio riduce il consumo di plastica, la produzione di rifiuti, le emissioni di CO2, promuove il riciclo e favorisce il consumo di acqua del rubinetto. Per questo motivo ci auguriamo che queste borracce trovino presto posto non solo negli zaini, ma soprattutto nei comportamenti degli studenti, affinché essi stessi possano farsi promotori di buone abitudini e diventare i protagonisti di un grande cambiamento”.

Con questo comunicato congiunto del Sindaco, Marco Segala, e dell’Assessore all’Educazione, Maria Grazia Ravara, prende il via la campagna di distribuzione di borracce d’alluminio dal titolo “Insieme possiamo rendere prezioso anche un sorso d’acqua”, per sensibilizzare i più giovani sull’importanza dei piccoli gesti quotidiani nella lotta alla diffusione della plastica.
Il progetto, promosso dall’Amministrazione Comunale, è stato finanziato interamente da Ates, società in house specializzata nella gestione di impianti termici e di pubblica illuminazione, da sempre impegnata in prima linea in progetti ecosostenibili.

Già nella mattinata dello scorso martedì 24 novembre, presso la scuola Rodari dell’Istituto Cavalcanti, alla presenza del Sindaco Marco Segala e dell’Assessore all’Educazione Maria Grazia Ravara, dell’Amministratore Unico di Ates, Ugo Ottaviano Zanello e della Dirigenza scolastica, è avvenuta la consegna simbolica delle prime borracce di alluminio agli studenti. Nei prossimi giorni, 2.800 borracce, accompagnate da una lettera informativa, verranno distribuite in tutte le scuole Primarie e Secondarie di primo grado: gli studenti delle seconde e terze classi della scuola secondaria, che al momento stanno frequentando la scuola nella modalità di didattica a distanza, potranno ritirarle al loro rientro.

“In questo ultimo anno abbiamo condiviso insieme ai nostri comuni soci i problemi collegati all’emergenza Covid e oltre a venire incontro con riduzioni di spese nei canoni di gestione degli edifici scolastici, abbiamo promosso una campagna di incentivi per i ragazzi delle scuole che manuteniamo.- ha dichiarato Ugo Zanello Amministratore Unico di Ates S.r.l – La chiusura delle scuole sta creando problemi di socialità che non possono essere superati dalla didattica a distanza. Abbiamo creato insieme al Comune di San Giuliano Milanese questo piccolo gadget sperando di dare un piccolo contributo per fare sentire le istituzioni più vicine ai ragazzi, un modo anche per contribuire a un ambiente più pulito e ecosostenibile”.

Nelle scuole Primarie in cui è attivo il servizio di refezione scolastica, le borracce sostituiranno integralmente le bottigliette di plastica, che non verranno più fornite insieme al pasto.

Fonte: Servizio Relazioni Esterne – Comune San Giuliano Milanese