San Giuliano Milanese: un altro autovelox distrutto. La notte scorsa è toccato a quello di Via Repubblica. Indaga la Polizia Locale.

Un’altra colonnina autovelox, quella di Via Repubblica, è stata distrutta. Questa notte, mani ignote hanno letteralmente sradicato lo strumento posto quale deterrente per chi scambia le strade cittadine per piste di Formula 1. 

Un’azione che, come per quella di Zivido, dove l’analoga colonnina è stata fatta saltare con un botto in occasione del capodanno, non si può certo classificare come la bravata di qualche giovane testa calda, ma come un atto delinquenziale messo in atto con l’intento di lanciare una vera e propria sfida alla legalità. L’Amministrazione cittadina però non ci sta e non intende lasciare correre. Le indagini per identificare i responsabili sono già in corso e anche queste, come per quelle del danneggiamento di Zivido, sono state affidate alla Polizia Locale.

Negli ultimi tempi la Polizia Locale di San Giuliano Milanese ha dimostrato una particolare efficienza soprattutto nell’ambito delle indagini che hanno portato ad alcuni significativi successi con l’individuazione di responsabili di reati vari. Le loro capacità investigativa ha permesso di identificare anche gli autori del danneggiamento di alcuni arredi urbani e di numerosi abbandoni di rifiuti in discariche improvvisate.    

Un sistema di controllo del territorio attuato con telecamere di sorveglianza, quello messo in atto dall’Amministrazione, che rende più sicuro il territorio e che si offre quale strumento investigativo di primaria importanza.

Ci sono quindi buone probabilità che questi delinquenti finiscano nelle rete degli investigatori della Polizia Locale. Ne ha la certezza l’Assessore comunale alla Sicurezza Daniele Castelgrande, che da noi ascoltato, si dice convinto che già nelle prossime settimane avremo i nomi dei responsabili di questi reati.