Roma: TAW – Rome Art Week. Gli highlights della V edizione.

We as nature

Oltre 300 eventi, 120 strutture tra gallerie e istituzioni, 348 artisti, 46 curatori, più di 500 partecipazioni. Questi i numeri del fitto calendario che anima l’annuale appuntamento della Capitale con l’arte contemporanea.

La quinta edizione della Rome Art Week è iniziata: fino al 31 ottobre il pubblico potrà partecipare ad oltre 300 eventi – alcuni già inaugurati a partire da lunedì 26 – visitare 120 strutture tra gallerie e istituzioni, conoscere 348 artisti e 46 curatori, per un totale di oltre 500 partecipazioni che animeranno la Capitale con un calendario fitto e variegato, all’insegna dell’arte contemporanea. 

Il 28 ottobre inaugurazione della mostra “We As Nature”: si tratta del classico appuntamento annuale organizzato da RAW – Kou Associazione no-profit per la promozione delle arti visive che quest’anno si incentra sui 17 obiettivi ONU dell’Agenda 2030 ed in particolare sull’obiettivo 15 “La vita sulla terra”. Il progetto è ideato e curato da Roberta Melasecca insieme a Fabio Milani e Sabrina Consolini, e presenta 47 artisti che si confrontano sul tema della natura. La mostra inaugurerà il 28 ottobre in diretta streaming, fruibile dal sito di Rome Art Week https://romeartweek.com/it/eventi/?id=3165&ida=5 e su Facebook sul diario pubblico della curatrice Roberta Melasecca. 

La Galleria Pavart (Via Giuseppe Dezza 6b, Roma), nella giornata del 28 ottobre alle 17.30 inaugura “Fase Uno”, una mostra collettiva che mette insieme un gruppo di artisti che presenta lavori realizzati esclusivamente durante il lockdown. Sarà un modo per raccontare come l’arte è lenitiva e come riesce a testimoniare un determinato stato d’animo e di conseguenza avere un potere resiliente. 

Anche la musica troverà il suo spazio con il “Concerto in giardino” di Livia Ferri, evento online dalle 19.00 organizzato dalla Casa delle donne Lucha y Siesta. 

Dal 29 ottobre negli spazi di Kou Gallery (Via della Barchetta 13, Roma) saranno proiettati in loop i video, selezionati per il RAW Videoart Contest, di Alex Caminiti, Anahi Mariotti, Andrea Leoni, Angelo De Grande, David Anthony Sant, Edoardo Ruzzi, Emanuele Marsigliotti, Jerusa Simone, Manuel De Marco, Marta Ciolkowska, Matteo Martignoni, Methas Chantawongs, Raha Tavallali.

Alle 12.00 la Galleria Lombardi (Via di Monte Giordano 40, Roma) inaugura la mostra “Il segno in mutamento” con le opere di Giuseppe Capogrossi. 

La Galleria Mucciaccia Contemporary (Piazza Borghese 1/a, Roma) presenta il 29 ottobre la mostra “Il secondo capitolo dedicato agli artisti AFTERMODERNISM”, il secondo capitolo di un progetto espositivo a lungo termine inaugurato nel 2019 che, attraverso bi-personali di cadenza annuale, vuole raccontare quegli artisti internazionali accomunati dalla ricerca di una nuova visione del mondo attuale e che il celebre collezionista Hubert Neumann raggruppa sotto la sigla di “Aftermodernism”. In questo secondo capitolo gli artisti Benjamin Edwards e Tom Sanford presentano una selezione di opere create per la mostra che restituiscono al pubblico la loro visione della società e delle città contemporanee riflettendo la visione di Hubert Neumann.

Il 31 ottobre, nell’ultima giornata di Rome Art Week, dalle 12.00 la galleria Gagosian (Via Francesco Crispi 16, Roma) presenta “Separatix” la prima personale di Katharina Grosse a Roma che coincide con la sua importante installazione “It Wasn’t Us”, attualmente in mostra all’Hamburger Bahnhof-Museum für Gegenwart di Berlino.

Grosse recepisce gli eventi che accadono mentre dipinge, affidando gli spazi e le superfici al caso. L’artista caratterizza il gesto come un segno propulsivo della propria tecnica personale sia negli imponenti dipinti site-specific – dove usa un aerografo per spruzzare colore puro su oggetti, stanze, edifici e perfino su interi paesaggi – che nelle opere su tela, su carta e nelle sculture.

Sempre il 31 ottobre alle 17.00 il Parco Colle Oppio (Via della Domus Aurea) ospita la performance “Ring” dell’artista Barbara Lalle a cura di Roberta Melasecca e Michela Becchis con la collaborazione di Daniele Casolino. “Ring” nasce dai ricordi della fiaba dei Fratelli Grimm, I sette corvi, e vuole riflettere sulla simbologia che tale racconto sottende. Attraverso l’utilizzo di diversi oggetti l’artista invita alla scoperta di simboli e metafore che ci narrano di esperienze profondamente attuali e contemporanee. 

Alle 18.00 ci sarà il finissage della mostra “Virulenze Pittoriche – il virus secondo Michele de Rosa” alla Tibaldi Arte Contemporanea (Via Panfilo Castaldi 18, Roma). 

Infine lo Spazio In Situ (Via San Biagio Platani 7, Roma) alle 17.00 presenta “UNSPAC3”, un progetto che vuole rappresentare un’analisi formale dello statuto dell’opera nell’epoca digitale. La mostra racconta lo spazio nella sua immaterialità e, insieme, la sua concretezza semantica all’epoca della sua riproducibilità digitale.

La Rome Art Week rappresenta un viaggio a 360° gradi nelle fucine dell’arte contemporanea: il pubblico potrà infatti immergersi da vicino nel lavoro degli artisti partecipando agli oltre 100 open studio presenti nel programma. 

Tra questi segnaliamo l’open studio virtuale di  Giovanni Albanese, una visita a 360° gradi nell’affascinante e raffinato atelier dell’artista e regista che fin dagli esordi sostiene e partecipa alla manifestazione; l’open studio di Carlo d’Orta (Piazza Crati 14, Roma) che per l’occasione fino al 31 ottobre presenterà la mostra “Miraggi” con le sue fotografie e installazioni e i dipinti e le sculture di Luca Giannini; Francesco Amorosino (Via Valdinievole 106, Roma) che, dal 29 al 31 ottobre, porta al pubblico “In Media Res”, una mostra di fotografia alternativa e sperimentale che presenta i suoi ultimi lavori; l’open studio dell’artista Georgina Spengler (Via Damaso Cerquetti 87, Roma) e quello di Michele de Luca (Via Statilla 18, Roma), entrambi in programma fino al 30 ottobre; Vincenzo Scolamiero (Via Crema 4, Roma) presenterà nelle ultime due giornate di RAW in anteprima le sue ultime opere, provenienti dal nucleo della mostra “Del silenzio e della trasparenza” in programma per il prossimo luglio 2021 presso il Palazzo Pubblico di Siena; infine il 31 ottobre sarà aperto dalle 12.00 alle 22.00 il Habitable-Museum MOMA HOSTEL (Via Paolo II 7, Roma) con le opere di Franco Losvizzero. 

Anche quest’anno la manifestazione offre la preziosa occasione di partecipare alle visite guidate gratuite che valorizzeranno l’esperienza dei visitatori della settimana dell’arte romana e che si svolgeranno in ottemperanza delle normative vigenti con obbligo di prenotazione al seguente link: https://romeartweek.com/it/visite-guidate

Segnaliamo: 

  • 28 OTTOBRE: “Percorso Pigneto” a partire dalle 16.30, una passeggiata di due ore nel quartiere Pigneto con visita alla mostra di Soledad Agresti al Nuovo Cinema Aquila, all’open studio di Margherita Ferro, alla mostra collettiva dello Studio Cutrone Luis Alberto e all’esposizione presentata dallo Spazio Urano. 
  • 30 OTTOBRE: “Percorso Tritone” a partire dalle 10.00, una passeggiata di un’ora e mezzo nel centro storico di Roma con visita alla Borghini Arte Contemporanea e alla Galleria della Tartaruga. 
  • 31 OTTOBRE: “Percorso Popolo” a partire dalle 10.00, una passeggiata di un’ora e mezzo nel centro storico di Roma con visitaalla Galleria Fidia, alla Galleria Vittoria, a 6 Sesto Art Gallery e alla Galleria del Cortile. 

Oltre ai numerosi eventi fruibili in presenza, quest’anno sono attivi il progetto RAW 360°, che permette di visitare le mostre attraverso un tour virtuale, e il progetto RAW Live attraverso il quale il pubblico potrà entrare in videoconferenza all’interno delle strutture e partecipare virtualmente all’evento connettendosi direttamente dal sito di Rome Art Week e comodamente da casa. Tra gli eventi online segnaliamo la visita virtuale a 360° della Galleria Mac Maja Arte Contemporanea con le opere dell’artista Anna di Paola e la visita virtuale all’interno della Bauhaus Home Gallery che presenta la mostra “Inside Art: l’arte 100 anni dopo il Bauhaus”.

Nel rispetto delle normative anti-COVID gli eventi di RAW sono su prenotazione e con posti limitati. Per prenotare si rimanda al sito www.romeartweek.com e alle singole pagine degli eventi disponibili nel calendario. 

Rome Art Week è promossa da KOU Associazione culturale per la promozione delle arti visive esi avvale del patrocinio di: MIBACT Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Lazio, Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale, Sapienza Università di Roma, Confederazione Italiana Unione delle Professioni Intellettuali. Sostenitori: Poste Italiane, Edilizia Greco. Partner: Menexa, Conference Center Ecomap Roma_Sala da Feltre. Media Partner: Dimensione Suono Soft, PPN, Culturalia. 

Fonte: Ufficio stampa Nazionale CULTURALIA