Milano: L’Atelier Musicale presenta alla Camera del Lavoro il duo Moretti-Carcano in “Pagine di Stravinsky,Schönberg, Debussy e Vieuxtemps”

Il duo Moretti - Carcano

È nel segno della classica il terzo appuntamento dell’Atelier Musicale, la rassegna organizzata nell’auditorium Di Vittorio della Camera del Lavoro di Milano dall’associazione culturale Secondo Maggio: sabato 19 ottobre (corso di Porta Vittoria 43, ore 17.30; ingresso 10 euro con tessera a 5 euro) sarà, infatti, protagonista il duo composto dal pianista Andrea Carcano e dal violinista Leonardo Moretti, alle prese con un programma estremamente articolato, che spazia dal trascendentale virtuosismo violinistico della Fantasia ottocentesca del belga Vieuxtemps a una tra le prime, e sorprendenti, composizioni di Schönberg,

da una pagina dell’ultimo Debussy alla famosissima riduzione per violino e pianoforte della Suite Italienne dal Pulcinella di Stravinsky, passando per Paganini, che scrive le sue Variazioni sulla Molinara di Paisiello, e Busoni, che inserisce in pagine quasi “leggere” il marchio della sua modernità, per concludere con la pagina di Mussorgsky trascritta da Rachmaninoff.

Andrea Carcano

Un repertorio straordinariamente vario, che ci pone di fronte a molteplici modelli compositivi e a pagine in gran parte famosissime, che mettono in evidenza la qualità dei due interpreti.

Andrea Carcano, proveniente dalla scuola di Bruno Canino, ha alle spalle un’attività concertistica che lo ha visto ospite di molte importanti istituzioni italiane e internazionali in una costante ricerca sul repertorio contemporaneo, senza dimenticare la profonda conoscenza del passato. Carcano ha registrato per Bottega Discantica e Acam Recording musiche di Bach, Beethoven, Liszt, Godowsky, Mendelssohn, Harsany e Francaix e il suo ultimo cd solistico è dedicato a trascrizioni da musiche di Bach di Busoni, Friedman e Szanto.

Leonardo Moretti

Come docente, è titolare di cattedra di pianoforte principale dal 1995, attualmente presso il Conservatorio di Alessandria.

Leonardo Moretti rappresenta la nuova generazione di strumentisti e ha iniziato precocissimo lo studio del violino sotto la guida di Luca Santaniello. Nonostante la giovane età, vanta una carriera concertistica importante, che lo ha visto suonare in Cina e a Roma, al Senato, per il Presidente della Repubblica Italiana nel “XX Concerto di Natale” del 2016, oltre ad aver tenuto concerti in Italia, Europa e Sudamerica.

 

Programma:
I. Stravinsky: Suite Italienne;
H. Vieuxtemps: Fantasia Appassionata op. 37;
C. Debussy: Sonate (Troisième) pour Violon et Piano;
N. Paganini: Variazioni su “Nel Cor più non mi Sento” op. 38;
A. Schönberg: Stück;
F. Busoni: Kosakenritt op. 28 (Bagatella);
M. Mussorgsky/S. Rachmaninoff: Hopak “Sorochinsky Fair” (from story by N. Gogol).

Fonte: Ufficio Stampa Andrea Conta