Sus-Est Milano: Giornata Mondiale in ricordo delle vittime della strada.

Ricorda la FIAB, in occasione della Giornata Mondiale prevista per il 15 novembre, che velocità e distrazione sono tra le principali cause degli incidenti stradali.

La Giornata Mondiale in Ricordo delle Vittime della Strada ricorre ogni terza domenica del mese di novembre ed è stata istituita nel 2005 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sollecitare l’attenzione pubblica sul dramma degli incidenti stradali e per ricordare alla politica e ai cittadini la responsabilità collettiva di questa “massacro silenzioso”.

L’ISTAT fornisce ogni anno i dati sulle cause principali degli incidenti stradali: nel 2019, 3173 sono stati i morti sulle strade italiane di cui 534 pedoni e 253 ciclisti (+15,5%) oltre a 241.384 feriti.
Sempre secondo i dati statistici resi noti dall’ANAS la distrazione è causa principale degli incidenti stradali, sempre più spesso causata da un uso eccessivo e disinvolto di smartphone durante la guida.

La velocità dell’auto fa la differenza proprio in caso di distrazione: a 30km all’ora è più facile governare il proprio mezzo in caso di un imprevisto sulla strada, “imprevisto” che può essere una persona che attraversa sulle strisce pedonali o un bambino che scappa dalla mano dell’adulto.

Una nuova recente norma del Codice della Strada permette oggi di installare autovelox anche in città, laddove ci siano problemi di sicurezza a causa dell’alta velocità.
Il Comune di Cerro al Lambro, come altri comuni della nostra zona, hanno subito colto questa opportunità per rendere più sicure alcune strade comunali dove il limite di velocità è spesso superato, mettendo in serio pericolo gli utenti più vulnerabili ma anche chi cerca di rispettare la velocità imposta dalla segnaletica o deve semplicemente immettersi sulla carreggiata in uscita dalla propria abitazione.

“Da tempo valutavamo come risolvere l’alta velocità in alcuni tratti del nostro territorio” dichiara il Sindaco Marco Sassi. “Anche in funzione delle nuove norme, abbiamo valutato di aderire al progetto VeloCITY, nell’ambito della campagna nazionale di sicurezza stradale ATTENTA-MENTE!, per la riduzione sistematica e costante della velocità nei centri urbani, sviluppando nel contempo la cultura della sicurezza stradale. Dapprima sono state valutate le criticità del territorio, anche grazie a monitoraggi dei punti ritenuti più sensibili (che hanno confermato i notevoli superamenti dei limiti di velocità). Sono poi stati installati due box mobili (le classiche colonnine arancioni) e verrà fatta una nuova rilevazione dei passaggi e delle velocità dei veicoli in presenza di tali dissuasori. Infine, verrà sensibilizzata la cittadinanza, presentando i dati delle rilevazioni e spiegando le ragioni del progetto. Un tentativo concreto di operare al fine di limitare gli incidenti causati dall’eccesso di velocità e rendere più sicuri e vivibili i nostri territori”.

“Anche in un momento così complicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, non dimentichiamo le numerose vittime della strada” dichiara Diego Segalini, Presidente FIAB Melegnano. “Il modello di mobilità basato su un uso dell’auto sempre più potente e veloce ci porta ogni giorno a fare i conti con migliaia di morti e feriti sulle nostre strade e rendono le nostre città luoghi invivibili se non “corazzati” da un’auto. Ecco perché accogliamo con favore gli interventi di installazione di autovelox che abbiamo visto essere un ottimo strumento per convincere l’automobilista a mantenere la velocità prevista dalla segnaletica stradale.”

Quella del Comune di Cerro al Lambro è un’attività importante e concreta per la sicurezza stradale ed è il modo migliore di commemorare la Giornata Mondiale in Ricordo delle Vittime della strada.

Fonte: L’ABICI-FIAB MELEGNANO