Firenze: “Mezz’ora d’arte”. Visite online per esplorare le bellezze dei Musei Civici Fiorentini.

I Musei Civici Fiorentini e MUS.E tornano a proporre Mezz’ora d’arte, ciclo di visite virtuali della durata di trenta minuti. Due le opere proposte: gli affreschi della Cappella Brancacci e la replica della Veduta della Catena.

I Musei Civici Fiorentini e MUS.E tornano a proporre, anche in autunno, Mezz’ora d’arte, ciclo di visite virtuali della durata di trenta minuti, ideato durante il lungo periodo di chiusura per l’emergenza sanitaria, con l’intento di guidare alla scoperta delle meraviglie dei Musei Civici Fiorentini attraverso incontri fruibili gratuitamente tramite piattaforma Zoom.

Due gli appuntamenti digitali in programma a settembre: martedì 8, alle ore 18.00, si potrà apprezzare il ciclo di affreschi della Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine eseguiti da Masolino, Masaccio e Filippino Lippi, icona del Rinascimento fiorentino riaperta al pubblico, mentre martedì 22, sempre allo stesso orario, si potrà partecipare ad un vero e proprio viaggio nella Firenze del Quattrocento grazie all’esplorazione del monumentale dipinto che replica la Veduta della Catena, custodito nella sezione Tracce di Firenze in Palazzo Vecchio.

Dopo i due cicli realizzati in primavera ed estate, chi lo vorrà anche in autunno potrà cogliere l’occasione per vivere un’esperienza virtuale che, lungi dal volere replicare una visita fisica, permetterà di fare tesoro del ricco bagaglio di risorse offerte dal mondo digitale: osservazioni iper ravvicinate, comparazioni, confronti, connessioni tematiche e stilistiche, oltre che ricostruzioni virtuali. Mettere in luce ciò che nella realtà è difficile poter osservare, offrendo chiavi di lettura e di analisi utili a orientare lo sguardo e a sviluppare la conoscenza, è stato l’obiettivo della riflessione che ha visto MUS.E interrogarsi su cosa avesse senso proporre “a distanza”. 

Le emozioni e le sensazioni che un’opera d’arte osservata da vicino restituisce sono senz’altro insostituibili. I musei, però, come si è potuto scoprire durante i difficili mesi di chiusura, anche in forma virtuale possono accompagnare, sostenere, allietare la vita di ciascuno. Sono al servizio della società e del suo sviluppo, possono prendersi cura di piccoli e grandi, provare a rispondere ai loro bisogni e desideri, invitare al dialogo e alla creatività, contribuendo a dar vita a un sorriso, un pensiero, una riflessione, un gioco. 

Prenotazioni: via mail a info@muse.comune.fi.it indicando nome, cognome, giorno scelto. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00, si prega di attendere conferma via mail dell’avvenuta prenotazione. La partecipazione è gratuita, fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è obbligatoria. Sarà possibile prenotare solo un incontro per volta. Si prega di prenotare solo in caso di effettiva e certa partecipazione alla visita. Qualora sorgessero impedimenti non previsti è necessario disdire entro le 14.00 del giorno stesso della visita, al fine di liberare eventuali disponibilità.

Come partecipare. I prenotati, dopo una prima mail di conferma, riceveranno una seconda mail entro le 17.00 del giorno della visita virtuale con le credenziali per poter accedere a Zoom, da computer, tablet o smartphone. Si può partecipare alle visite scaricando la APP Zoom sul proprio dispositivo e registrandosi gratuitamente. Una volta installata, basterà cliccare sul link ricevuto per partecipare alla visita. In alternativa sarà possibile accedere nella sezione “join a meeting” direttamente dal sito Zoom, inserendo il meeting ID e la password ricevuti.

Fonte: Ufficio Stampa: Davis & Co. per MUS.E